Smart Card Satellitare RAI: ecco cos’è e chi può chiederla

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:30

Se il passaggio al nuovo digitale terrestre si sta rivelando più ostico del previsto la soluzione proposta dalla televisione di stato potrebbe essere quella perfetta per sostenerci

tv1 form rai 1 28012021 - MeteoWeek.com
Se lo switch off è il vostro spauracchio e la fase attualmente in corso vi sta creando notevoli disagi a causa di una scarsa copertura, quella messa a disposizione della Rai potrebbe essere la soluzione ideale – MeteoWeek.com

Con l’arrivo di gennaio ci siamo avviati nell’ennesima fase che sta segnando il passaggio dal vecchio segnale al nuovo digitale terrestre. Questo switch off tuttavia non si sta rivelando semplice. E molti utenti segnalano diverse anomalie dovute alla riprogrammazione dei canali. Nonché a difficoltà tecniche legate alla copertura.

Tuttavia, proprio a supporto di chi sta affrontando questo cambiamento incontrando difficoltà fuori dall’ordinario, la Rai ha studiato una soluzione che permetterà a milioni di italiani di poter accedere comunque ai programmi in maniera alternativa.

Il nuovo servizio si chiama Smart Card Satellitare Rai. Ed è la risposta che permetterà di abilitare la visione in via eccezionale canali Rai via satellite. Questa possibilità si applica in tutti quei casi in cui il progressivo passaggio alla nuova tv digitale ha provocato l’oscuramento degli stessi, dovuto ad una scarsa copertura del territorio.

Come funziona la Smart Card Satellitare Rai e quali saranno i beneficiari che potranno accedere a questo servizio

form rai 1 28012021 - MeteoWeek.com
La tv di stato adotta importanti contromisure a sostegno di quelle aree del territorio attualmente sprovviste di una copertura idonea. Così da permettere loro di riceve il nuovo segnale, e poter avere nuovamente accesso alla programmazione – MeteoWeek.com

Potranno fare richiesta della nuova Smart Card tutti gli abbonati che sono attualmente oggetto del fenomeno di oscuramento. La domanda per ottenere il servizio si effettua tramite un semplice form online presente sul sito dell’azienda. Sarà necessario inserire i dati richiesti relativi all’utenza ed infine inviare il tutto.

La Rai si farà carico di girare la documentazione ricevuta ad un ente certificatore terzo individuato dal Ministero dello Sviluppo Economico. Questo si occuperà di avviare le opportune verifiche del caso. Si tratta di un passaggio necessario ad escludere l’eventualità che si tratti del caso in cui basterebbe la risintonizzare i canali di televisori e decoder a risolvere il problema. I richiedenti sono solitamente abitanti di zone geograficamente ben conosciute che hanno notoriamente una scarsa copertura.

Qualora tuttavia a seguito dei controlli si risultasse appartenere al target idoneo a ricevere la Smart Card l’iter di accesso sarà spedito. Si potrà procedere al ritiro presso la sede Rai della Regione di appartenenza. In alternativa una comoda opzione praticabile può prevedere l’invio direttamente con domiciliazione. Ovviamente previo pagamento delle spese di spedizione.

E’ importante ricordare inoltre che l’utilizzo di questo strumento è subordinato al possesso di un dispositivo certificato, che sia esso un Decoder o una Cam satellitare, da acquistare seguendo le indicazioni contenute nella lettera che accompagnerà la smart card.

Quindi tutti gli abbonati che si erano già rassegnati a cambiare le loro abitudini optando per i servizi di RaiPlay potranno rincuorarsi, perché avranno a disposizione nuove prospettive.