Amazon può fare un ban a vita dalla sua piattaforma: ecco le cause per riceverlo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:30

Quando ci si iscrive ad una qualunque piattaforma, che si tratti di social o qualsivoglia community online, ci sono delle regole da rispettare. E poco importa che in alcune di queste community gli iscritti versino dei soldi per farne parte, o paghino per i prodotti che questi siti mettono in commercio: se le regole vengono infrante, si può essere bannati.

Amazon App 20220116 tech
Amazon banna gli utenti che non rispettano le regole – MeteoWeek.com

Amazon è il sito di e-commerce più grande e popolato al mondo, vuoi per la grande varietà di prodotti in commercio, vuoi per la convenienza dei prezzi, o ancora per le condizioni di fornitura che mettono il cliente in condizioni di essere praticamente sempre soddisfatti. Ma ci sono dei comportamenti dei clienti che potrebbero portare l’e-commerce a bannare per sempre alcuni account.

Le norme che regolano il modus operandi di Amazon, e anche dei suoi clienti, infatti, sono molto semplici ma è anche molto importante che vengano rispettate. Sia da parte degli utenti che da parte dei venditori, che però in alcuni casi si comportano in maniera “non compliant” alle buone norme del rispetto reciproco. Ecco quali sono.

False recensioni e troppi resi, ecco alcune delle cause dei ban

Amazon 20220116 tech
I ban di Amazon riguardano sia i venditori che i clienti – MeteoWeek.com

Capita a volte che alcuni clienti, forti della tendenza di Amazon ad accogliere le richieste di reso da parte degli utenti, spesso approfittino della buona fede dei venditori e del servizio clienti per acquistare dei prodotti, tenerli in prova per qualche giorno e poi restituirli con la scusa che non siano rispondenti alle aspettative.

Ma questa pratica, nel caso di alcuni utenti, è diventata una sorta di pessima abitudine: acquistano un prodotto, che magari serve per una sola ed unica occasione, lo usano e poi lo rendono, avendo indietro i soldi spesi. E questo avviene praticamente per tutti i prodotti acquistati. Ma dal servizio clienti sembra che qualcuno se ne sia accorto e, dopo accurate verifiche, hanno immediatamente provveduto a bannare l’account.

LEGGI ANCHE >>> Leica M11, la mirrorless da 60 Mpx con stile vintage

Nel caso dei venditori, invece, è stato scoperto che molti esercenti che mettono in vendita i loro prodotti sul noto sito di ecommerce “pagano” i clienti per fornire recensioni positive dei loro prodotti. Il pagamento ovviamente non avviene con soldi, ma attraverso regalia di prodotti o di rimborsi dei prodotti precedentemente acquistati. Anche in questo caso, la pratica è ritenuta non lecita dal servizio legale di Amazon ed è un altro dei motivi per cui un account potrebbe essere messo alla porta dal sito.

LEGGI ANCHE >>> Transazioni di cryptto sui Social, Signal è la prima e lo fa gratuitamente

Attenzione quindi a effettuare pratiche poco trasparenti, in un senso o nell’altro, pena vedersi togliere la possibilità di effettuare acquisti o vendite attraverso Amazon.