I “danni” del 5G: ora anche Airbus e Boeing lo considerano troppo pericoloso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:30

Nonostante alcuni ammirino il 5G, altri lo criticano fortemente per via dei problemi generali che potrebbe portare a lungo andare. Ma di che stiamo parlando con esattezza?

I "danni" del 5G: ora anche Airbus e Boeing lo considerano troppo pericoloso
Il 5G. anche se sia una rete molto amata in generale, in tanti espongono i loro punti di vista contrari sulla questione – MeteoWeek.com

Boeing e Airbus hanno inviato una lettera a Pete Buttigieg, il Segretario dei Trasporti statunitense, in cui esprimono alcune opinioni negative per quanto riguarda l’utilizzo del 5G. Secondo la loro testimonianza, pare che possa interferire con i sistemi di navigazione degli aeroplani di linea.

LEGGI ANCHE: Drone Cargo e la strepitosa consegna avvenuta in Italia: è l’inizio del futuro

In particolar modo con i radar utili per quanto riguarda l’altimetro, e purtroppo sembra che questi timori possano essere veritieri. Vediamo di capire in che modo possano effettivamente essere reali, e quali altri problemi potrebbe causare il 5G.

Le critiche sulle interferenze

I "danni" del 5G: ora anche Airbus e Boeing lo considerano troppo pericoloso
Fra i dilemmi che questa rete potrebbe provocare, questa tipologia di errore è nuova dal momento che non sia mai stata messa in analisi – MeteoWeek.com

Le trasmissioni di dati potrebbero sovrapporsi sulle stesse frequenze, ma le analisi in merito suggeriscono che sia tra i 4,2 e i 4,4 GHz, gamma che secondo la FAA, acronimo di Federal Aviation Administration, non abbia mai provocato nessun tipo di problema.

Questa lettera, però, si concentra più che altro sul fattore economico della situazione. In particolar modo viene detto che i controlli potrebbero aumentare di molto, portando alla nascita di complicazioni a dir poco spiacevoli e che incrementerebbero i costi per le analisi di routine.

La Airlines for America ha ipotizzato che se i regolamenti previsti dalla FAA per gestire le frequenze fossero entrati in vigore già due anni, almeno 345.000 voli e 5.400 cargo avrebbero subito sia ritardi che cancellazioni. A tal proposito è stato chiesto di posticipare l’avvio dei servizi di 5G di AT&T e Verizon, ma ciò vorrebbe dire spendere ancora più soldi per attivare una risorsa digitale su cui l’intera economia americana sta girando.

Le due aziende hanno messo a disposizione ben 80 miliardi di dollari per entrare in possesso delle frequenze statunitensi relative al 5G, ma il Boston Consulting Group ha affermato che se avvenisse dovrebbero pesare 50 miliardi di dollari sulla crescita economica dell’America, la quale verrebbe inevitabilmente danneggiata.

A lamentarsi del 5G sono anche alcune nazioni come gli Emirati Arabi Uniti o la Francia, i quali pare abbiano diffuso alcuni comunicati ufficiali in cui vengono esposti i potenziali rischi della rete per quanto riguarda i sistemi di navigazione dei velivoli.

LEGGI ANCHE: Tra Enel e Intesa San Paolo nasce Mooney: vediamo cos’è e come funziona

Comunque sia si tratta di un problema che potrà essere sistemato tranquillamente in seguito, anche perché evitare che le bande vengano sovrapposte è chiaramente un dilemma, ma abbastanza superficiale visto e considerato che possa essere facilmente risolto. Tuttavia, non si sa quanto tempo dovrà passare prima che ci riescano, pertanto dovremo attendere delle novità in merito e vedere in che modo si evolverà la situazione.