Falcon 9 ottiene un nuovo record negli atterraggi: altro punto per Space X

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:15

Elon Musk festeggerà sicuramente un bel Natale. Le sue imprese, terrestri e spaziali, continuano a mietere successi. Tra cui quella compiuta dalla sua SpaceX, l’ultima in ordine di tempo: pochi giorni fa infatti la divisione spaziale delle aziende di Musk ha inviato una nuova missione Starlink.

Falcon 9 20211219 tech
Il lancio di un razzo Falcon 9 in una missione Starlink – MeteoWeek.com

In realtà il lancio di un nuovo satellite non è una grande novità, ma quello che ha fatto notizia è stata la capacità di lanciare e far atterrare correttamente un razzo Falcon 9 per l’undicesima volta consecutiva. In risultato che costituisce un record.

Il precedente lancio e recupero del primo stadio di un razzo Falcon 9 era avvenuto a maggio, ed in questi giorni ecco l’11ª avventura ben riuscita, ma Elon Musk ovviamente non si accontenta di nulla di meno che un record, e grazie alla missione appena compiuta sembrerebbe essere ben avviato verso il record che ha preventivato, ovvero far volare fino a 20 volte un primo stadio.

Starlink punta al lancio di 52 satelliti

La missione Starlink prevede il rilascio in orbita di 52 satelliti, necessari a continuare ad espandere il servizio e renderlo sempre più completo. Le fonti ufficiali riportano che tutto è andato secondo i piani, dalla partenza del razzo al rientro del primo stadio, fino al rilascio del satelliti in orbita.

Infatti in particolare la missione appena conclusa aveva un carico di satelliti Falcon 9 che sono partiti dallo Space Launch Complex 4E nella base di Valdenberg, in California, invece di essere lanciato dalla Florida come accade di solito.

LEGGI ANCHE >>>Xiaomi Days il nuovo Volantino MediaWorld ma solo fino al 20 Dicembre

In questa missione, come nelle altre, il primo stadio ha effettuato il rientro sulla Terra sulla droneship OCISLY (Of Course I Still Love You), atterrando a soli 9 minuti dal decollo. E’ con soddisfazione che Elon Musk ha portato a termine questa missione insieme alla sua SpaceX, ed è molto probabile che questo primo stadio in futuro sarà usato ancora in altre missioni nel corso del prossimo anno.

LEGGI ANCHE >>> PlayStation sempre più conveniente, ora con giochi in promo a meno di €20

L’utilizzo di questo tipo di macchinario per più volte, consentirebbe a SpaceX di ottimizzare le spese delle missioni e rendere i lanci più competitivi. Precedentemente, le missioni di questo Falcon 9, identificato col codice B1051, sono state costituite dai lanci della missione dimostrativa senza equipaggio per Crew Dragon (Demo-1), quella per RADARSAT, SiriusXM SXM-7 e poi sette missioni Starlink. Dunque un nuovo successo per SpaceX, che sicuramente sarà sfidata dalla concorrenza che ha lasciato intendere di voler eguagliare il colosso di Elon Musk.