SpaceX minaccia di bancarotta per la mancanza di un semplice pezzo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:30

Sembra incredibile, ma è vero. SpaceX rischia la bancarotta. A causa di un pezzo necessario per costruire i motori Raptor del programma Starship, necessari per far volare le navicelle una volta la settimana, che porterebbe la società in bancarotta non potendo far volare una Starship ogni due settimane.

SpaceX (Adobe Stock)
SpaceX (Adobe Stock)

La notizia è stata data da Elon Musk stesso ai suoi dipendenti con una lettera inviata durante la settimana del Ringraziamento, proprio mentre si attende con impazienza il primo test di volo orbitale della Starship.

Sfortunatamente, la crisi della produzione dei Raptor è molto peggio di quello che sembrasse fino a poche settimane fa. Come abbiamo approfondito i problemi emersi all’uscita del precedente senior management, questi sono apparsi purtroppo più gravi di quanto non fosse stato segnalato“, ha dichiarato Elon Musk nella sua lettera ai dipendenti

I motori Raptor sono fondamentali per Starship

Starlink, la connessione internet satellitare di SpaceX - MeteoWeek.com
Starlink, la connessione internet satellitare di SpaceX – MeteoWeek.com

Elon Musk si riferisce a Will Heltsley, ex vice presidente dei propulsori, il quale avrebbe perso il suo lavoro proprio per la mancanza di progressi nello sviluppo dei Raptor. Nella lettera, Musk ha chiesto anche ai dipendenti di rientrare subito al lavoro nonostante fossero in ferie per evitare il disastro della compagnia.

I motori Raptor sono essenziali per il successo del programma Starship, che costituisce il futuro di SpaceX. Infatti il nuovo sistema andrà a sostituire nel lungo periodo il Falcon 9 per portare carichi sempre più pesanti a quote sempre più alte, ma a prezzi sempre più contenuti.

LEGGI ANCHE >>> Come mai bisogna attivare la verifica a due fattori su Google, e perché sarà un obbligo farlo

A questo progetto è legato anche l’evoluzione di Starlink, il sistema di connettività satellitare che sembra essere un progetto prioritario di SpaceX. “Le conseguenze per SpaceX se non saremo in grado di produrre motori Raptor abbastanza affidabili, sono che non potremo far volare Starship, il che significa che non potremo lanciare i satelliti v2 di Starlink […]. I satelliti v1, da soli, sono finanziariamente deboli, mentre i v2 sono forti“, ha aggiunto Musk.

LEGGI ANCHE >>> Prichal, il modulo nodale russo, si è agganciato alla ISS senza intoppi alcuni

SpaceX vuole infatti lanciare una nuova generazione di satelliti che possano migliorare la redditività di Starlink, che però per peso e volume non sono alla portata di Falcon 9. Per questo secondo Musk, se dal prossimo anno SpaceX non sarà in grado di lanciare una Starship ogni due settimane, la compagnia sarà a rischio bancarotta. Come segnalato da Space Explored, SpaceX non avrebbe infatti ancora trovato la quadra per le piastrelle di per la realizzazione dello scudo termico della navicella per il rientro nell’atmosfera. In alcuni video si vedono le piastrelle saltare via in modo preoccupante dalla fusoliera del prototipo di Starship sulla piattaforma della base di Boca Chica.