Arriva il camper Transformer e non ve lo immaginavate cosi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:30

E’ stato pensato come mezzo per le vacanze della nuova classe media cinese, ma entro il 2030 ci saranno già 400.000 mezzi in giro per il mondo. Prezzo sotto i 10.000 euro, dimensioni ridotte durante il viaggio e possibilità di espansione durante la sosta, questi sono i suoi punti di forza. 

 

Potrebbe essere il camper del futuro ed assomiglia tanto ai mitici “Transformer”. Si chiama “whale trailer cabin” e consiste in un rimorchio molto leggero, ma ricchissimo di accessori. Prevede spazio espandibile – quando è parcheggiato – permettendo di ospitare fino a cinque persone. Progettato dal giovane designer cinese, Hu Yong, rivoluzionerà il modo di andare in campeggio.

Un camper che si monta come un robot

Quando è in movimento lo spazio è limitatissimo, essendo un rimorchio molto compatto e leggero. Tuttavia, appena si parcheggia e si posiziona può essere esteso come un robot. L’ambiente principale, costituito da cucina e salotto, acquista spazio in altezza permettendo l’estensione del tetto. Anche il retro si modifica totalmente: dalla parte posteriore viene letteralmente “estratta” una camera da letto.

LEGGI ANCHE: Ricominciamo a viaggiare: tutto quello che ci serve per il nostro PC portatile

Ma le sorprese non sono finite! I viaggiatori potranno godersi anche la natura circostante, grazie ai numerosi gadget che sono presenti all’esterno del modernissimo camper. Infatti, dal mezzo sarà possibile estrarre un carrello munito di supporto per essere poggiato sul terreno e provvisto di fornelli, portabottiglie, microonde e piano da cucina. Disponendo di tutto l’occorrente per cucinare all’aperto, permette una vacanza comoda ed organizzata ad almeno cinque persone. Non mancano nemmeno spazi appositi per portare in viaggio i nostri amati animali domestici.

Grande comfort implica grande prezzo? In questo caso, no. Il prezzo dovrebbe essere inferiore ai 10.000 euro, piccola cifra possibile grazie alla mancanza della parte motore e al gran numero di mezzi che si intendono produrre entro il 2030: circa 400.000. Il “rimorchio-casa-balena”, quindi, fa parte della categoria dei “trailer” – come la roulotte – e necessita di meno manutenzione rispetto al “classico” camper.

Un'”impresa” da premiare

I premi per questo innovativo mezzo non sono mancati. Nel 2021 ha già vinto il Premio Red Dot per il design, considerata l’innovatività dell’estetica e il modo in cui le sue funzionalità rivoluzioneranno la nostra idea di viaggio. E’ stato citato anche su siti specializzati, come Autoevolution, che hanno sottolineato come questo possa essere l’unico camper che unisca prezzo basso e comodità di una “vera casa” per tutta la famiglia.

Foto di famiglia – MeteoWeek.com

LEGGI ANCHE: Da Nissan il furgone-ufficio per lavorare ovunque

Sempre Autoevolution lo definisce “l’unicorno del suo genere”, proprio per sottolinearne la differenza da altri mezzi simili. I presupposti del successo ci sono tutti, ora bisognerà vedere se e quando arriverà su strada. Possiamo ipotizzare, però, che sarà solo il primo di tanti mezzi innovativi, sempre più moderni, green e attenti al design. Basti pensare che al SEMA 2021 anche Toyota ha presentato un camper realizzato partendo dalla base del pick-up Toyota Tacoma TRD Sport: il Toyota Tacozilla. Il futuro degli amanti del campeggio subirà presto una svolta.