Mastercard e criptovalute, l’alleanza continua: ora sarà più facile l’accesso agli utenti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:30

Il successo delle criptovalute centra un nuovo obiettivo nella sua affermazione sul mercato grazie alla partecipazione di Mastercard

mastercard pagamenti criptovaluta
Mastercard pronta a dare il benvenuto alle criptovalute, ma alle sue regole – MeteoWeek.com

Sempre più aziende stanno cogliendo l’opportuna creata nel settore finanziario grazie all’avanzata delle monete digitali. Le migliori infatti stanno approntando strategie volte e integrare i nuovi sistemi di valuta effimera. Agganciando un bacino di clienti in rapida e progressiva espansione. E questa è stata anche la direzione decisa dai vertici della società, e perno del futuro piano di sviluppo, di Mastercard.

LEGGI ANCHE: Mastercard dice addio alla banda magnetica sulle sue carte: ecco perché

A beneficiare per primi della scelta all’avanguardia saranno i cittadini americani. Negli Stati Uniti infatti vi è una strutturata diffusione capillare delle monete effimere, e la loro collocazione ha raggiunto molti settori dell’economia. Partendo dallo sport fino all’arte, passando anche a regimi fiscali di natura statale, i campi di applicazione dove spendere questo bene stanno diventando sempre più disparati. A riprova di quanto la mentalità sia proiettata verso un futuro sempre più legato alle criptovalute, basta considerate, ad esempio, la proposta del sindaco di Miami, Francis Suarez. Sua sarebbe la paternità di una rivoluzione gestionale senza precedenti che, grazie al supporto ai miners, renderebbe la città tax free per tutti i cittadini.

L’integrazione a pieno diritto delle criptovalute potrebbe consolidare la loro consistenza e credibilità

Criptovalute: da fenomeno di nicchia a dinamica di massa – MeteoWeek.com

A spiegarci quanto sia importante per Mastercard piazzare questo risultato sono proprio le parole del CEO Michael Miebach. Non riconoscere questa fetta di marcato quale parte integrante della vita economica dei clienti sarebbe deleterio, oltre che un metodo immediato per dichiarare l’azienda fuori dai giochi. Ecco perché diventa di particolare importanza, specie per il restare al passo con i tempi, sviluppare un comparto che riesca ad agganciare e coinvolgere le persone, mostrando loro l’opportunità di continuare ad investire nel nuovo settore, pur riconoscendo la convenienza di rimanere fedeli alla propria azienda storica di riferimento.

Ecco quindi lo svilupparsi dell’ambito dei programmi di fidelity in chiave Bitcoin. Grazie alla partnership con la società finanziaria Bakkt, che detiene la gestione di moltissimi portafogli digitali, i clienti saranno in grado di effettuare i loro acquisti in moneta digitale, accumulare punti fedeltà per poi poterli spendere nella riscossione di diverse tipologie di premi.

LEGGI ANCHE: Samsung e Mastercard insieme per le nuove carte di credito super evolute con autenticazione biometrica

Per gli oltre circa 1 miliardo di clienti sarebbe uno scenario molto interessante. D’altronde il sistema di benefit legati al circuito lo ha reso da sempre interessante ed accattivante collocandolo di fatto quale leader indiscusso rispetto ai competitor. Ora questa nuova chance non farebbe che arricchire l’attuale offerta.
Resta adesso solo da chiarire quali token, e in quali ambiti blockchain, sarà possibile spendere i propri punti. E questo non è un aspetto marginale, visto che al momento risulta ancora poco chiaro e fumoso. E che inoltre il popolo del web aspetta con ansia venga chiarito.