Un film nello spazio? Si, e questa volta ci si troverà davvero in orbita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:33

Tra i vari progetti di conversione destinati alla Stazione Spaziale Internazionale orbitate quello di diventare un set è senza dubbio il più curioso

Le scene riprese avranno una potenza d’immagine mai sperimentata prima, dove la realtà supererà di gran lunga qualsiasi effetto creato al computer- MeteoWeek.com

A portare sulla ISS il regista e l’attrice protagonista del film sarà la missione russa MS-19. Un bel cambio di scena. E questo se si considera che ad essere candidato a compiere questa esperienza cinematografica tra le stelle con il ruolo di apripista era sta individuato Tom Cruise. L’attore statunitense, secondo quanto pianificato, avrebbe dovuto raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale a bordo della Ax-1 della Axiom, ma evidentemente qualcosa è sfumato, e il podio è passato alla Russia.

L’Agenzia spaziale Russa Roscosmos ha annunciato che la partenza Soyuz 2.1a dal centro di Baikonur in Kazakistan, avendo a bordo un equipaggio molto speciale, ha già attraccato. A bordo della navetta hanno viaggiato due ospiti d’eccezione, l’attrice Yulia Peresild e il regista Klim Shipenko, accompagnati dal comandante russo Anton Shkaplerov.

LEGGI ANCHE: Secondo Axiom, la Stazione Spaziale Internazionale sarà pronta nel 2027

La novità che rappresenta questa missione consiste nel fatto che siamo di fronte alla produzione di un lungometraggio con un obiettivo di natura artistica e commerciale. E quindi non un semplice documentario di quelli ai quali siamo ormai abituati.

Un film tra le stelle, genesi di Challenge o per meglio dirla con il titolo orginale “Vyzov”

iss ufo
Challenge sarà candidato all’Oscar solo per essere il primo prodotto cinematografico realizzato letteralmente tra le stelle?- MeteoWeek.com

Il lancio, avvenuto alle 10:55 (ora italiana), si è concluso positivamente grazie anche all’utilizzo della modalità docking manuale al modulo russo Rassvet da parte del comandante, ma salvo questo particolare dettaglio non ha presentato alcuna anomalia.

Attualmente quindi la ISS è molto affollata. I tre ospiti si aggiungono ad un team complesso. A bordo ci sono infatti già due cosmonauti provenienti dalla Russia ovvero Oleg Novitskiy e Pyotr Dubrov. Dagli Stati Uniti abbiamo Mark Vande Hei, Shane Kimbrough, Megan McArthur che ha compiuto da poco il suo compleanno festeggiando con l’arrivo del cargo Dragon. E infine il francese Tomas Pesquet e Akihiko Hoshide della JAXA.

LEGGI ANCHE: Una sorpresa di compleanno per l’astronauta McArthur: Space X aggancia la sonda Dragon

Ma vediamo ora nel dettaglio le attività che sono previste nel planning dei due special guest. Secondo la tabella di marcia le riprese verranno effettuate in 12 giorni. Il set sarà principalmente l’area progettata dalla Russia, fatta eccezione dell’uso della cupola. Questa infatti è appannaggio del settore statunitense, che vedrà quindi l’equipaggio supervisionare le operazioni per conto della NASA.

Per quanto riguarda la trama, secondo quello che è stato anticipato, si tratta dell’avventura tra le stelle del cardiochirurgo interpretato da Yulia Peresild. La dottoressa viene infatti ingaggiata per eseguire una delicatissima operazione al cuore ad un paziente che si trova in missione a bordo della ISS e che, non potendo rientrare sulla Terra, necessita di cure immediate.

Al termine delle operazioni sarà la missione Ms-18 a riaccompagnare il regista e l’attrice a terra, mentre il comandante terminerà il suo incarico a marzo 2022.