Siete sviluppatori pigri? Ecco la tastiera, a tre tasti, che fa al caso vostro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:33

Per tutto il mondo degli esperti, ma anche per i neofiti, i tre tasti della “pigrizia” sono notoriamente Ctrl C e Ctrl V, ovvero, copia e incolla

Forse non sono abbastanza considerati come dovrebbero ma queste combo velocizzano, e di molto, il lavoro – MeteoWeek.com

Nessuno avrebbe mai creduto possibile che uno scherzo nato sulla piattaforma di comunicazione libera dedicata ai programmatori Stack Overflow, potesse diventare un progetto reale, frutto di ironia geniale. L’episodio alla base di questa notizia è da ricercare diversi mesi fa. Sul portale infatti veniva presentata una curiosa, quanto innovativa minipulsantiera, la The Key.

Si trattava di un pesce di aprile, nato dalla constatazione che spesso gli sviluppatori sono talmente pigri che anziché utilizzare in maniera autentica le proprie stringhe tendono a copiare i codici di qualcun’altro, integrandoli nel proprio lavoro. Da qui la provocazione di rendere, sulle pagine del sito, le scorciatoie Ctrl C e Ctrl V a pagamento. Tranne che non si decidesse di acquistare il nuovo mini prodotto.

LEGGI ANCHE: Quarant’anni fa, il primo computer IBM, ripercorriamo insieme la sua storia

Lo scherzo è stato architettato con dovizia, poiché lo scorso 1 aprile, a coloro i quali cercavano di acquisire i codici con la tecnica solita, appariva un pop-up che informava l’utente del fatto che stava compiendo un’azione a pagamento. L’unica maniera per aggirare questo stallo era quella di versare un piccolo obolo, un acquisto simbolico che avrebbe permesso di sbloccare la funzione.

Non basta saper copiare, lo dicono anche a scuola, perché anche per prendere il lavoro altrui ci vuole cervello e classe

falsi vaccini green pass
Sarebbe un reato vincolare il tasto Ctrl, senza il quale incorreremo in noiose e pedisseque operazioni routinarie – MeteoWeek.com

Il motto dello scherzo è stato “I buoni artisti copiano. I grandi artisti rubano. I più grandi artisti copiano. E poi incollano”. Una burla web, che però è talmente riuscita da risultare credibile al 25% dei degli utenti che l’hanno sperimentata. E non solo, l’esperienza ha trasceso il mondo del digitale, portando alla realizzazione reale dello stravagante gadget.

Lo sviluppo è stato possibile grazie alla collaborazione del sito Drop, che ha permesso di mettere in vendita i primi prototipi. Il risultato è stato al di la di ogni aspettativa, e tutti gli articoli sono andati letteralmente a ruba. Parliamo di 6.9k di The Key venduti ai più fortunati. Mentre per tutti gli altri è previsto un riassortimento ma non prima del 13 dicembre, con un timing perfetto per spingere maggiormente il business sfruttando la pratica funzione del pre-ordine.

LEGGI ANCHE:Google in aiuto degli sviluppatori: ha deciso di abbassare le commissioni

Attualmente il prodotto è proposto a 29$, un prezzo un po’ fuori mercato, considerando che stiamo acquistando alla fine, 3 pulsanti su un supporto, e un cavo usb. Tuttavia non si può non considerare anche un’altro aspetto in questa iniziativa, poiché, procedendo all’acquisto, una parte dei ricavati andrà alla digitalundivided, una statup molto attiva nel campo del supporto alle comunità nere e latine. Quindi, definitivamente, The Key rappresenta un oggetto non solo ironico a anche etico.