Scovato l’asteroide 216 Cleopatra: con la sua forma particolare e i suoi 270km, ha affascinato gli astronomi che lo studiano da tempo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:36

Gli astronomi hanno catturato le osservazioni più dettagliate dell’asteroide 216 Kleopatra – un asteroide con due lune che assomiglia molto a un osso di cane.

L’asteroide Kleopatra puó essere osservato più da vicino – MeteoWeek.com

Una forma bizzarra

Lo vedete bene, sembra proprio così. Le osservazioni radar fatte di Kleopatra 20 anni fa avevano già rivelato la sua forma: due lobi che sono collegati da un collo spesso. Si tratta di un asteroide a forma di tipico osso di cane. Si chiama Kleopatra 216, osservato per la prima volta nel 1880. Ma ora nuove immagini sembrano svelare delle nuove informazioni su quest’osso volante, dedicato alla regina più famosa d’Egitto.

La ricerca cerca ora di scoprire come sia stato possibile che una tale forma potesse mai formarsi. Le nuove osservazioni con il Very Large Telescope dell’European Southern Observatory in Cile, e la nitida chiarezza delle immagini sta aiutando gli scienziati a imparare di più sulla massa e la forma 3D dell’asteroide. Queste informazioni potrebbero infatti far luce su come si sono formati l’asteroide e le sue due lune.

Queste 11 immagini mostrano Kleopatra216 mentre ruota – MeteoWeek

LEGGI ANCHE: La NASA ci mostra la catastrofica proiezione di cosa accadrebbe se un asteroide colpisse la Terra

Gli ultimi studi su Kleopatra

Due studi della rivista Astronomy & Astrophysics hanno indagato più da vicino la forma dell’asteroide, la massa e le sue lune.
“Kleopatra è veramente un corpo unico nel nostro sistema solare”, ha detto Franck Marchis, autore principale dello studio sulla forma 3D, in una dichiarazione. “Penso che la comprensione di questo complesso sistema di asteroidi può aiutarci a imparare di più sul nostro sistema solare”.

Marchis e il suo team hanno inoltre scoperto due piccole lune che orbitano attorno all’asteroide nel 2008, e sono state chiamate AlexHelios e CleoSelene, proprio come i figli di Kleopatra. Grazie agli strumenti del Very Large Telescope, hanno poi catturato immagini di Kleopatra tra il 2017 e il 2019. E così il team è riuscito a determinare che uno dei lobi dell’asteroide è più grande dell’altro. Ed è lungo 269 chilometri – il che equivale a circa la metà della lunghezza della Manica.

LEGGI ANCHE: La Cina non si ferma e crea un Ingenuity tutto suo: così inizia la sua scalata verso Marte alle calcagna della Nasa

L’orbita dell’asteroide e ultime rivelazioni

I ricercatori hanno anche usato le osservazioni per comprendere meglio le orbite delle due lune di Kleopatra. “Questo doveva essere risolto”, ha detto Miroslav Brož, autore dello studio delle lune e ricercatore presso l’Istituto Astronomico dell’Università Carlo nella Repubblica Ceca. “Perché se le orbite delle lune erano sbagliate, tutto era sbagliato, compresa la massa di Kleopatra”. La gravità dell’asteroide potrebbe influenzare i movimenti delle lune, e così è stato. Gli astronomi sono stati in grado di calcolare la massa dell’asteroide, del 35% inferiore a quella che era stata stimata.

Si è scoperto che Kleopatra è un asteroide di macerie, il che potrebbe anche spiegare perché ha due lune. L’asteroide ruota così velocemente che è possibile che il materiale si sollevi dalla superficie se Kleopatra viene colpito o tagliato da qualcosa — anche qualcosa di piccolo. Pezzi potrebbero essersi staccati da Kleopatra in passato, formando le lune AlexHelios e CleoSelene.

Per ora si tratta di semplici congetture, nel futuro prossimo, potremo ottenere dei risultati ancora più concreti.