Huawei lancia la bomba: la EMUI 12 è diventata ufficiale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:46

Non tutti se lo aspettavano, invece è arrivata. E chi pensava che Huawei avesse abbandonato EMUI, quel firmware basato su Android e sostituito da Harmony OS a aprtire da questo anno, si sbagliava. L’azienda cinese lancia la bomba: la EMUI 12 è diventata ufficiale.

Huawei, una delle top azienze di smartphone - MeteoWeek.com
Huawei, una delle top azienze di smartphone – MeteoWeek.com

Lavorando sottotraccia su HarmonyOS, Huawei è riuscita ad aggiornare i suoi vecchi smartphone venduti in Cina da EMUI a HarmonyOS, mentre i dispositivi più recenti eseguono il nuovo sistema operativo immediatamente. Così nasce EMUI 12, fornito con un’interfaccia utente aggiornata e una quantità sconfinata di personalizzazioni. Il lancio della nuova versione del suo fork Android significa che Huawei mantiene ancora in vita EMUI per i dispositivi lanciati al di fuori della Cina.

Huawei, EMUI 12: tutte le più importanti funzionalità

Huwaei, fondata nel 1987 da Ren Zhengfei, ha il quartier generale a Shenzhen - MeteoWeek.com
Huwaei, fondata nel 1987 da Ren Zhengfei, ha il quartier generale a Shenzhen – MeteoWeek.com

Una delle più grandi funzionalità apportate da Huawei è un’interfaccia minimalista e realistica, in quanto, per stessa ammissione dell’azienda di Shenzhen “l’innovativo design dell’interfaccia dà vita al mondo digitale”. L’interfaccia in questione utilizza tre colori principali: bianco, nero e blu, tutti e tre pensati per un aspetto pulito. Per l’animazione, Huawei afferma che EMUI 12 si ispira al modo in cui gli oggetti celesti si muovono nell’universo. Si nota nel modo in cui ha progettato la pagina di selezione della lingua, ognuna a forma di sfera, anche nell’animazione di sincronizzazione imita un oggetto celeste che ruota attorno a un altro.

LEGGI ANCHE >>> Honor taglia i ponti con Huawei, ma solo al di fuori della Cina: ecco perché

EMUI 12 consentirà agli utenti di regolare non solo la dimensione del carattere ma anche il suo peso, semplicemente con un cursore. In questo modo si può scegliere l’esperienza visiva più confortevole. Gli utenti potranno anche accedere più facilmente al pannello di controllo, con EMUI 12, da qualsiasi schermata si trovino, semplicemente scorrendo.

LEGGI ANCHE >>> Staaker BG-300, il drone che controlla i binari e vola via quando arriva il treno [VIDEO]

Il pannello di controllo consentirà agli utenti di controllare la riproduzione, accedere alle impostazioni Bluetooth e Wi-Fi, nonché alle scorciatoie e ai dispositivi connessi su Device+, ossia quella una funzionalità che consente una facile intesa tra tutti i dispositivi Huawei. Toccando l’icona MatePad si ottiene una collaborazione multischermo con Matepad. Gli utenti così potranno effettuare chiamate, inviare messaggi e visualizzare le foto dal proprio smartphone sullo schermo del tablet.

Col tap sull’icona MateBook, inoltre, si può modificare i file dello smartphone sul PC, mentre con l’icona Huawei Vision puoi goderti i video dal tuo smartphone sul grande schermo. Con l’icona dell’auricolare si passerà la riproduzione audio da MatePad o Huawei Vision agli auricolari collegati.

Su Huawei, MeeTime è l’applicazione di videochiamata, già annunciata come una delle funzionalità di EMUI 10.1 a marzo del 2020. La nuova versione dell’app consente agli utenti di trasferire senza problemi le chiamate a Huawei Vision, di nuovo allo smartphone. Huawei afferma anche che EMUI 12 è veloce man mano che le pagine Web e le app si caricano mentre si scorre. Promette, infine, che i tempi di risposta e l’avvio delle applicazioni saranno fluidi come sempre, anche dopo un uso a lungo termine.