Lo smartphone 4G più piccolo al mondo? Ve lo presentiamo noi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:38

Uno smartphone 4G grosso (si fa per dire) non più di una carta di credito? Esiste, eccome se esiste! Si chiama Mint, ed è prodotto dalla cinese Mony. Ha uno schermo piccolissimo e pesa meno di 80 grammi, ed ha già fatto innamorare tutti i suoi possessori e chi ora vuole acquistarlo.

Mint, lo smartphone più piccolo al mondo prodotto dalla cinese Mony - MeteoWeek.com
Mint, lo smartphone più piccolo al mondo prodotto dalla cinese Mony – MeteoWeek.com

Naturalmente, uno smartphone di queste dimensioni (appena 3 pollici per lo schermo) ha anche delle funzioni limitate rispetto a un cellulare di prima fascia più grosso e completo, ma c’è chi per varie esigenze preferisce un “tascabile” alle tante funzioni.

LEGGI ANCHE >>> Il nuovo smartphone low cost è firmato RedMI, con una fotocamera da 50 Megapixel

Mint è abbastanza piccolo da stare in tasca senza doversi preoccupare di dimensioni e peso. Lo si può portare in giro tutta la giornata senza nemmeno accorgersi che è in tasta e si può utilizzarlo ogni volta che serve. Ha una dimensione che si adatta perfettamente al palmo della mano ed è decisamente il telefono adatto a chi ha solo bisogno di un telefono e non di opzioni accessorie. Il design elegante ed elegante di Mint è un omaggio all’estetica del design degli smartphone Apple. Mint infatti ha i classici lati squadrati e un’interfaccia minimalista dei primi iPhone, con solo pulsanti volume e accensione, insieme a una porta per ospitare un cavo di ricarica di tipo C.

Smartphone Mint: doppia SIM Card e una super batteria

Mint, il design è un omaggio a Apple - MeteoWeek.com
Mint, il design è un omaggio a Apple – MeteoWeek.com

Nonostante le dimensioni davvero minime, Mint è abilitato ai servizi GPS per definire e localizzare la posizione sia per le app che la richiedono, sia per la navigazione e il mapping. Possiede anche un alloggiamento per doppia SIM Card, che lo rende ideale da utilizzare sia per il lavoro che per la vita privata senza bisogno di avere un doppio smartphone.

LEGGI ANCHE >>> Uno smartphone con tecnologia Blockchain, il primo per le criptovalute ad un costo mostruoso 

La potenza della batteria è pari a 1250 mAh, tale da consentire a una sola ricarica di durare anche fino a 72 ore (3 giorni pieni), anche se ovviamente la durata reale della batteria, come avviene anche per tutti gli altri smartphone di qualunque generazione, dipende dall’uso che si fa del cellulare, di quanto consumano le applicazioni utilizzate e delle chiamate e messaggi inviati e ricevuti.

Mint è disponibile sia in blu che in nero ed è stato pensato decisamente per le famiglie. Non avendo un prezzo eccessivamente alto, può essere un valido telefono per i figli che chiedono di avere la loro personale SIM con il loro telefono per giocare e sentirsi con i loro amici. Naturalmente, si diceva che è un telefono piuttosto limitato soprattutto per i mercati ben consolidati come quello europeo: la risoluzione dello schermo è di 854 x 480 pixel e quella del chip MediaTek è a 28 nm, possiede solo 3 GB di RAM e massimo 64 GB di storage (espandibile fino a 128GB). Tra le altre feature troviamo una doppia fotocamera, con obiettivo posteriore da cinque megapixel e selfie camera da 2 MP.

Comunque oltre al GPS c’è bluetooth e porta usb-c per la ricarica, ma il sistema operativo Android 9 lo rendono una soluzione praticabile nei mercati in via di sviluppo, dove possedere uno smartphone e relativa connessione internet può far davvero la differenza.