Attraverso il Buco Nero, la nuova sensazionale scoperta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:08

Gli scienziati vedono per la prima volta dall’altra parte di un buco nero: l’incredibile scoperta

Alla scoperta dei buchi neri – MeteoWeek.com

Gli osservatori astronomici hanno osservato, per la prima volta nella storia, la luce dietro ad un buco nero. Si tratta di una scoperta importantissima per l’intera conoscenza dell’universo da parte del genere umano.

Qui sotto, vi lasciamo un video esplicativo rilasciato da “Il Messaggero”.

GUARDA QUI IL VIDEO

Ma che cos’è un buco nero?

LEGGI ANCHE: Vi siete persi l’eclissi solare? Ecco le spettacolari immagini e video dell’evento

Che cos’è un buco nero?

Un buco nero è un corpo celeste con un campo gravitazionale così intenso da non lasciare sfuggire né la materia, né la radiazione elettromagnetica, ovvero, da un punto di vista relativistico, una regione dello spaziotempo con una curvatura talmente grande che nulla dal suo interno può uscirne, nemmeno la luce essendo la velocità di fuga superiore a c.

Cosa c’è dentro ad un buco nero? – MeteoWeek.com

Il buco nero è il risultato di implosioni di masse sufficientemente elevate.

La gravità domina su qualsiasi altra forza, sicché si verifica un collasso gravitazionale che tende a concentrare lo spaziotempo in un punto al centro della regione, dove è teorizzato uno stato della materia di curvatura tendente ad infinito e volume tendente a zero chiamato singolarità, con caratteristiche sconosciute ed estranee alle leggi della relatività generale. Il limite del buco nero è definito orizzonte degli eventi, regione che ne delimita in modo peculiare i confini osservabili.

Per le suddette proprietà, il buco nero non è osservabile direttamente. La sua presenza si rivela solo indirettamente mediante i suoi effetti sullo spazio circostante: le interazioni gravitazionali con altri corpi celesti e le loro emissioni, le irradiazioni principalmente elettromagnetiche della materia catturata dal suo campo di forza.

I buchi neri sono stati prima ipotizzati, poi scoperti grazie alla teoria della relatività di Albert Einstein. Si tratta di un luogo nello spazio in cui è presente un campo gravitazionale così forte che nessun corpo riesce a sfuggire, nemmeno la luce, che rimane intrappolata al suo interno.

LEGGI ANCHE: Stiamo inviando orsi d’acqua e calamari nello Spazio: sapete perché?

L’ultimo buco nero avvistato

La primissima foto di un buco nero – MeteoWeek.com

Secondo gli studiosi il buco nero proviene dal centro di una galassia lontana e sarebbe stato espulso da lì tramite onde gravitazionali con l’energia di 100 milioni di supernova.

A generarlo sarebbe stata la fusione di due buchi neri attraverso un fenomeno senza precedenti.

Gli scienziati della Nasa sono apparsi piuttosto perplessi e incuriositi da questo maxi buco nero: “La quantità degli infrarossi emessi è sicuramente maggiore a quella di un comune buco nero” ha spiegato Marco Chiaberge dello Space Telescope Science Institute.

Per ora il buco nero è sotto osservazione.

Si muove molto velocemente, come non era successo mai in precedenza per fenomeni simili, tanto che in soli 3 minuti riuscirebbe a percorrere la distanza che separa la Luna e la Terra. Il super buco nero però potrebbe nascondere gravi conseguenze per il nostro sistema solare, perché potrebbe essere il campanello d’allarme per una possibile fusione di due galassie che causerebbero un allontanamento dello stesso buco nero.

Il buco nero è delimitato da una circonferenza esterna, denominata “orizzonte degli eventi”che segna il confine fra quello che viene inghiottito nel buco nero e ciò che rimane fuori ed è visibile. Si tratta di una zona dello spazio-tempo di cui non si sa ancora nulla.