Nuovi semafori smart in grado di controllare i posti liberi e tanto altro – [VIDEO]

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:46

Roma al centro di un nuovo esperimento tecnologico, voluto da Sony, che sta collaborando al progetto di “prova della città intelligente” utilizzando alcuni semafori smart, sensori di visione per ridurre il traffico, ottimizzare i trasporti pubblici e supportare la sicurezza dei pedoni, in una città ad alto tasso di problematicità in termini di vivibilità.

Il traffico di Roma al centro di una sperimentazione tecnologica - MeteoWeek.com
Il traffico di Roma al centro di una sperimentazione tecnologica – MeteoWeek.com

Sony Europe ha annunciato i suoi sensori di immagine. Gli IMX500 hanno la funzionalità di elaborazione di un’Intelligenza Artificiale, al centro di tre prove di smart city condotte da Envision, nella Capitale d’Italia. Il dinamico trio ha il fine di ridurre l’inquinamento legato ai trasporti della città, ma anche, di conseguenza, gli incidenti agli attraversamenti pedonali.

LEGGI ANCHE >>> Arrivano in Italia i Bancomat per Bitcoin: ecco dove e quanti sono

L’obiettivo principale della sperimentazione della multinazionale conglomerata giapponese fondata nel 1946 con sede a Minato, quartiere di Tokyo, è quello di valutare e fornire un sistema di parcheggio intelligente utilizzando gli IMX500 per ridurre l’inquinamento e gli ingorghi da coloro che cercano un parcheggio. Per questo, la sperimentazione cerca di valutare l’efficacia di un tale sistema.

L’Intelligenza Artificiale nei semafori in soccorso anche del trasporto pubblico

I conducenti, nelle intenzioni, vengono avvisati attraverso un’applicazione per smartphone prima di essere indirizzati al parcheggio gratuito più vicino alla destinazione del conducente. Oltre a ciò, il test include anche uno studio di sistemi di città, sempre con l’ausilio dell’Intelligenza Artificiale, che ottimizzeranno la capacità e aumenteranno l’uso della sua rete di trasporto pubblico, implementando pensiline intelligenti, contando coloro che salgono e scendono da ciascun autobus o identificando il sovraccarico per garantire una migliore fornitura di autobus e ottimizzazione dei costi.

Altro intento della sperimentazione di Sony su Roma è la strategia di attivare, con il passare tempo, quindi progressivamente, un sistema di allerta agli attraversamenti pedonali, in grado di allertare i conducenti quando i pedoni stanno attraversando, utilizzando l’illuminazione intelligente a bassa latenza sulla strada per renderli più visibili, con il chiaro obiettivo di ridurre gli incidenti cittadini sulle strisce pedonali, troppi per di più nella città capitolina.

Il traffico, un problema risolvibile con l'AI - MeteoWeek.com
Il traffico, un problema risolvibile con l’AI – MeteoWeek.com

LEGGI ANCHE >>> Spettacolo tech al servizio dell’ambiente: la nave Manta e il suo ruolo strategico

L’IMX500 è il primo sensore di immagine a integrare una funzionalità di elaborazione AI. La configurazione utilizzata per questo esperimento sulle “città intelligenti” consente di estrarre in tempo reale i metadati relativi alle informazioni di un parcheggio libero, della presenza di un pedone in procinto di attraversare una strada, o del numero di persone che salgono o scendono da un determinato autobus.

Nessuna immagine viene archiviata, né esce dal sensore, in linea con i requisiti necessari per rispettare la privacy dei cittadini. Ciò consente alla città di ridurre la larghezza di banda richiesta, di scalarla facilmente utilizzando le reti esistenti e di tagliare i costi di alimentazione e comunicazione.Inoltre, questo sistema consente di affrontare i problemi di privacy dei cittadini. Sony Europe si impegna a supportare lo sviluppo e l’implementazione di progetti di smart city al fine di aiutare le città a risolvere i loro diversi problemi attraverso un modello di business Sensing as a Service (SeaaS).

Il traffico causato da coloro che cercano di parcheggiare è visto dalla città come un fattore chiave per la congestione, per questo sfruttare la tecnologia di imaging e rilevamento di Sony per servire le cause sociali nelle città dimostra come i sensori IMX500 possono alleviare alcuni dei problemi affrontati dalle città trafficate. Che l’esperimento abbia inizio. Se il suo esito risultasse positivo in una città di difficile collocazione come Roma, sarebbe un metodo applicazione alla maggior parte delle metropoli della Terra.