Airbnb cerca nomadi per girare il mondo: ecco come candidarsi gratuitamente

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:30

I prescelti potranno lavorare in remoto e dovranno raccontare la loro esperienza al mondo, viaggiando gratis.

L’offerta di Airbnb – MeteoWeek. com

L’opportunità di una vita per chi ama viaggiare e un lavoro sempre più flessibile che permette di godersi qualche ora in spiaggia.

E’ per queste motivazioni che Airbnb in questi giorni annuncia il lancio di ‘Vivi ovunque, con Airbnb‘, un programma rivolto a 12 persone che avranno l’opportunità unica di vivere in case Airbnb per circa un anno.

Il lavoro agile è diventato realtà da un giorno all’altro a causa del Covid; ma c’è anche chi non ha nessuna intenzione di tornare indietro alla triste vita da ufficio in città.

I nomadi digitali sono sempre di più e proprio per cavalcare l’onda Airbnb.

Partecipare a call di Zoom connessi dalla spiaggia, partire con la propria famiglia per un’avventura on the road oppure imparare una lingua nuova in una città da scoprire: tutto è possibile, quando il mondo è la vostra casa.

Avete presente i content creator su TikTok e Instagram? Quelle foto stupende a Santorini o Villasimius? Ecco, è quello di cui stiamo parlando.

LEGGI ANCHE: Poparazzi, la nuova App anti-Instagram

Come funziona l’allettante proposta di Airbnb

Ai 12 partecipanti selezionati verrà chiesto di condividere la propria esperienza per contribuire allo sviluppo della piattaforma in favore di uno stile vita flessibile e nomade. Airbnb coprirà le spese per gli alloggi e fornirà un rimborso per i costi di trasporto per la durata dell’intero programma.

Una sorta di vacanza pagata.

Il lavoro del content creator – MeteoWeek.com

Si tratta di un’opportunità che la piattaforma offre appunto a 12 fortunati più massimo 3 persone accompagnatrici per ognuna di esse; i prescelti potranno soggiornare gratis in appartamenti selezionati a proprio gusto sulla piattaforma, girando così il mondo, in cambio dovranno raccontare la loro esperienza, convincendo quanta più gente possibile a fare come loro.

Sono stata in questo Airbnb a Barcellona. L’esperienza più bella della mia vita!”

Il programma inizia a luglio 2021 e termina 12 mesi dopo, i mesi di viaggio effettivo saranno però 10 con partenza a settembre 2021.

Le candidature però devono prima essere visionate, ecco perchè la scadenza è fissata per il prossimo mese.

Sono già molte le persone che hanno scelto di vivere in maniera nomade, lavorando da remoto; la giornalista Imani Bashir è una di loro e racconta così la sua filosofia:

“Che io sia in viaggio per conto mio o con la mia famiglia, gli alloggi Airbnb sono diventati la mia casa lontano da casa. Vivere ovunque io voglia nel mondo mi dà l’opportunità di sentirmi per davvero parte del luogo in cui soggiorno piuttosto che semplicemente di passaggio.”.

LEGGI ANCHE: Animali veri Vs animali creati dalla IA: guardando le foto sai distinguerle?

L’importanza dei content creator per app come Airbnb

Secondo il Rapporto di Airbnb su viaggi e stili di vita, il numero di notti prenotate per soggiorni di almeno 28 giorni su Airbnb è aumentato del 10%, se si mette a confronto il 2019 con il primo trimestre del 2021.

L’11% di chi ha prenotato sulla piattaforma soggiorni a lungo termine nel 2021 ha affermato di avere uno stile di vita nomade; allo stesso tempo, il 74% degli intervistati in cinque paesi si dice interessato a vivere in un luogo diverso rispetto alla propria sede di lavoro, una volta terminata la pandemia.

Tutto perchè i content creator illustrano tramite foto sui social, i posti meravigliosi che si potrebbero visitare con offerte dell’applicazione.

Quindi questi post portano pubblicità favorevole a queste genere di app? Assolutamente sì.

Attraverso questo programma, i partecipanti potranno fare una reale esperienza e fornire il proprio punto di vista su uno stile di vita nomade, per contribuire a sviluppare l’idea di vivere a lungo termine in alloggi Airbnb.

Come applicarsi – MeteoWeek.com

Una sorta di affitto per qualche mese per intenderci, senza rinunciare al lavoro in smartworking e alle uscite fuori porta.

Più nello specifico, potranno dare il proprio contributo su: modifiche di prodotto e risorse per aiutare a sviluppare un’esperienza in cui viaggio e vita quotidiana si fondono insieme; alloggi perfetti e pensati sia per persone che viaggiano da sole o in famiglia; entrare in contatto con le comunità locali; scoprire i vantaggi economici dell’attività di host mentre si viaggia.

Da giovani famiglie a lavoratori da remoto, da creativi a genitori i cui figli hanno da tempo lasciato il nido . L’offerta di cambiare vita vale per tutti.