Gorillas sbarca in Italia: spesa a casa in soli 10 minuti a prezzi contenuti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:21

L’app di delivery Gorillas sbarca in Italia: consegna della spesa a casa in soli 10 minuti a prezzi contenuti con soluzioni sostenibili. Si parte da Milano, con estensione del servizio prevista in altre città nelle prossime settimane

gorillas italia
Gorillas é ora disponibile in alcuni quartieri della città di Milano – MeteoWeek.com

Da qualche giorno, l’app di delivery Gorillas è disponibile anche in Italia, più precisamente in alcune zone della città di Milano. La startup berlinese, fondata un anno fa da Kağan Sümer e Jörg Kattner, nasce con l’obiettivo di ridefinire il concetto di supermercato, recapitando la spesa a casa dei clienti in soli 10 minuti grazie all’ausilio di rider in sella a biciclette elettriche (e-bike). Ideata per cambiare in meglio le abitudini di consumo, Gorillas punta su due fattori: sprecare meno cibo possibile e avere sempre a disposizione prodotti freschi e buoni.

Gorillas si basa su una rete di micro centri di distribuzione di quartiere, nei quali operano soltanto biker e Dark Store Associate regolarmente assunti. Da lunedì, 31 maggio, il servizio è quindi disponibile nei quartieri milanesi di De Angeli-City Life, Colonne, Nolo-Centrale e da metà giugno a Porta Romana-Corso Lodi. Nelle prossime settimane sono poi previste nuove aperture anche in altre città d’Italia come Roma, Torino e Genova.

LEGGI ANCHE: Amazon Fresh sbarca a Roma: in cosa consiste?

Gorillas arriva in Italia: come funziona?

gorillas italia
Due Dark Store Associate di Gorillas, addetti alla preparazione della spesa – MeteoWeek.com

Una volta scaricata l’app e inseriti i propri dati, gli utenti hanno la possibilità di scegliere tra più di mille prodotti, disponibili agli stessi prezzi della grande distribuzione. Come anticipato, la consegna è garantita in soli 10 minuti dall’ordine, con costi di delivery contenuti (1,80 euro). A consegnare la spesa ovunque l’utente desideri all’interno del quartiere coperto dal servizio ci penseranno i rider di Gorillas, a bordo delle loro e-bike. Attualmente, Gorillas è già attiva in 18 città sparse tra Germania, Paesi Bassi, Francia e Regno Unito, per un totale di 60 micro centri di distribuzione già attivi.

Un delivery rapido e di prossimità, che non evita di sostenere le imprese locali. Infatti, Gorillas ha stabilito diverse partnership con aziende locali che aiutano la startup a fornire prodotti più freschi e di qualità. Nel caso di Milano, “abbiamo già attive partnership con Barba N Juice, REMEO Gelato e Birrificio Lambrate – commenta Alessandro Colella, general manager di Gorillas per l’Italia – ma siamo alla continua ricerca di nuove realtà locali da sostenere e da far conoscere ai nostri clienti”.

Gorillas, un’idea di successo

Fondata a Berlino nel marzo 2020, Gorillas è diventata – in meno di un anno – una delle startup europee più veloci ad aver raggiunto il cosiddetto status di unicorno, ovvero una valutazione di oltre un miliardo di dollari. Dopo il suo sbarco nel mercato italiano, sono previste espansioni in più di dieci paesi per oltre cinquanta città. Insomma, la società è in piena crescita e si sta dimostrando sempre più un’idea di successo.

LEGGI ANCHE: Amazon: contanti alla consegna? Nuove tipologie di pagamento in arrivo

Ma prezzi bassi, prodotti di qualità e consegne rapide non sono gli unici pregi di Gorillas: rispetto a molte altre aziende, la startup berlinese mette in risalto all’attività dei rider (o biker), facendoli sentire parte integrante di un grande progetto.

Il nostro team di biker è il cuore di Gorillas, una community inclusiva e multietnica dove non c’è spazio per discriminazioni di nessun genere. È grazie a loro se siamo in grado di fornire un servizio fuori dall’ordinario ed è proprio per questo che non li consideriamo dei semplici fattorini, ma una community capace di guidare il cambiamento per un consumo più consapevole e sostenibile”, ha sottolineato Kağan Sümer, fondatore e CEO di Gorillas. “Chi entra in Gorillas ha la possibilità di contribuire realmente allo sviluppo della community ed è per questo che ci interessa conoscere il più possibile le loro storie, le loro ambizioni, i loro obiettivi per aiutarli a raggiungerli insieme”.