il drone Ingenuity entra nella storia: ecco le prossime tappe della missione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:45

Ingenuity ce l’ha fatta, ha sorvolato la superficie di Marte! Ecco come, le prime immagini e il futuro della missione.

Il primo volo di Ingenuity – MeteoWeek.com

L’ombra che vedete nella foto di apertura è quella del primo drone fatto volare su un altro pianeta: il piccolo elicottero della NASA, Ingenuity, è entrato nella storia per aver concluso con successo il primo tentativo di volo su Marte.

È la prima volta nella Storia dell’uomo che si realizza un volo controllato a distanza e con motore su un altro pianeta. Il piccolo drone, che pesa 1,8 chili, è volato e atterrato dopo circa 40 secondi, esattamente come da programma.

Gli ingegneri del centro di controllo di volo della NASA hanno confermato l’esito del volo programmato dopo tre ore di attesa, non appena sono arrivati i dati del drone trasmessi dal rover Perseverance, che osservava l’elicotterino da 65 metri di distanza.

LEGGI ANCHE: Il primo volo di Ingenuity è stato un successo: ecco il video ufficiale dalla NASA

“Prende il volo un sogno”

QUI  potete trovare il video ufficiale del volo di Ingenuity, con delle piccole curiosity (gioco di parole voluto, perdonateci) inerenti al progetto.

Prende il volo un sogno”, è l’esultanza della Nasa su Twitter, che ha pubblicato il video dei tecnici che esultano e battono le mani all’arrivo dei dati che hanno confermato l’impresa riuscita.

Nei prossimi giorni”, rende noto l’agenzia spaziale statunitense, “sono previsti altri voli. E in futuro – aggiunge l’agenzia – i mezzi di esplorazione robotici volanti potrebbero unirsi a nuovi rover e persino agli astronauti nelle loro esplorazioni”.

Come spiegato dai tecnici della NASA, la prima conferma del successo è emersa dall’altimetro, che misura la distanza verticale di un corpo da una superficie di riferimento – in questo caso, quella del Pianeta Rosso.

La NASA durante il volo – Meteoweek.com

Dal grafico rilasciato dalla stessa NASA si deduce che il drone si sia sollevato da Terra, si è portato in quota, ridisceso e atterrato.

Poco dopo, una foto inquivocabile dell’ombra di Ingenuity sul suolo marziano, catturata dalla telecamera di navigazione, ha sciolto definitivamente la tensione in sala.

La stessa in cima all’articolo la primizia immagine dell’innalzamento in volo di Ingenuity.

Ma non è tutto. Il rover Perseverance (ve lo ricordate? Leggete questo articolo ) che ha dato un passaggio a Ingenuity fino a Marte, ha documentato l’evento fotografando il drone sollevato dal suolo e poi di nuovo a Terra, una sequenza che è stata subito riassunta in un’animazione diventata virale.

Una sequenza pazzesca che ha segnato la storia.

LEGGI ANCHE: Il primo volo di Ingenuity, il drone che su Marte che assieme a Perseverance esplorerà il Pianeta Rosso

Il prossimo volo di Ingenuity

Secondo quanto riportato dal JPL, oggi 22 aprile alle 11:30 (ora italiana) il drone-elicottero compirà il suo secondo test dimostrativo nel campo di volo Wright Brothers Field.

Come sappiamo, non si tratterà di un “semplice” decollo verticale a 3 metri d’altezza come avvenuto in occasione del primo tentativo. Questa volta gli ingegneri, come preannunciato, vogliono effettuare uno spostamento anche laterale.

Questo significa che NASA Ingenuity si solleverà dalla superficie raggiungendo i 5 metri di quota (il massimo consentito dall’altimetro laser è di circa 10 metri).

A quel punto stazionerà per qualche secondo, successivamente il drone si inclinerà leggermente e si sposterà orizzontalmente per altri 2 metri. A questo punto si fermerà ancora per qualche secondo per poi tornare alla posizione di partenza.

Il secondo volo in programma – MeteoWeek.com

Durante la seconda fase di stazionamento verranno riprese immagini attraverso la fotocamera a colori da 13 MPixel.

Questo permetterà di avere una vista dettagliata di ciò che si trova sull’orizzonte marziano. I comandi sono già stati inviati da Terra all’orbiter che li ha poi scaricati sul rover Perseverance che a sua volta li ha trasferiti al piccolo drone-elicottero.

Sempre Perseverance si manterrà a 64 metri di distanza nella zona chiamata “Van Zyl Overlook”. Ancora una volta avremo le immagini delle due Mastcam-Z e le Navcam per darci il punto di vista del rover del volo. Le informazioni dovrebbero arrivare al centro di controllo del JPL alle ore 15:31 (ora italiana).

Per ora sono le uniche informazioni che abbiamo, ma ormai Ingenuity è un nostro amico, e sappiamo che non si fermerà a questo.