Jamendo Music, la piattaforma per l’ascolto gratuito di musica in streaming

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00

Jamendo Music è una piattaforma per l’ascolto di musica indipendente. In maniera simile a Spotify, Amazon Music e a tutti i concorrenti principali, la musica viene erogata in streaming via Internet, ma in modo completamente gratuito. E’ presente anche un piano a pagamento per reperire musica utilizzabile per fini commerciali, come video, pubblicità o altro

jamendo music
Jamendo Music propone un piano gratuito e uno a pagamento, con il quale è possibile utilizzare le tracce a fini commerciali. – MeteoWeek.com

Il modo in cui si ascolta musica oggigiorno è profondamente diverso rispetto a una decina di anni fa. Si è passati sempre di più dal download delle singole canzoni in diversi formati allo streaming mediante differenti servizi come Spotify, Amazon Music, Deezer, Apple Music o il più recente YouTube Music.

Non è più necessario dunque scaricare ogni singola traccia – un qualcosa che è comunque ancora possibile, a fronte però dell’abbonamento al corrispettivo servizio – ma è sufficiente collegarsi ad una rete Internet per fruire dell’ascolto in maniera cristallina e qualitativamente eccellente.

Oltre ai “colossi” di questo settore, esistono alcuni servizi secondari e meno conosciuti che permettono di ascoltare musica in streaming, in maniera peraltro gratuita. Stiamo parlando ad esempio di Jamendo Music.

Leggi anche: Spotify si accoda e prende spunto da Clubhouse: introdurrà i “live audio”

Jamendo Music: il servizio di musica indie in streaming gratuito

Jamendo Music in realtà non è un servizio nuovo, essendo nato nel 2004 in Lussemburgo. Non è ancora largamente diffuso in Italia e nel mondo, essendo stato sempre all’ombra dei grandi competitor prima menzionati.

Si tratta di un servizio di musica in streaming dedicato al panorama indipendente, più comunemente conosciuta come musica indie, ossia tutto quel folto gruppo di cantautori per lo più non legati a case discografiche major, o comunque rientranti in questo ambito. Jamendo Music può contare al momento su oltre 40mila artisti e il catalogo è di oltre 150mila brani.

L’aspetto più interessante di Jamendo è che esso propone musica mediante le licenze Creative Commons, le quali non richiedono alcun pagamento di royalties. L’obiettivo è quello di diffondere musica gratuitamente al fine di valorizzare giovani artisti, autori e interpreti di qualsiasi provenienza ma, appunto, non legati a contratti con case dicografiche major.

jamendo music
Il logo di Jamendo Music. – MeteoWeek.com

Come funziona il servizio

Il servizio di musica in streaming Jamendo viene proposto in due diversi “piani”: il primo è un piano base completamente gratuito, Jamendo Music, nel quale è possibile ascoltare online oppure offline tutti i brani inclusi, mentre il secondo, Jamendo Licensing, consente di raggiungere e scaricare tracce senza copyright, dunque utilizzabili per fini commerciali come pubblicità o video.

Per ogni canzone è possibile interagire con l’artista associato, inviando un messaggio tramite la chat integrata o visitando i rispettivi profili sui social network. E’ possibile anche scrivere recensioni dei brani, lasciare un Mi Piace per supportare l’artista e, per alcune canzoni, è presente perfino il testo. Sono rese disponibili infine playlist in base al genere musicale preferito e molto altro ancora.

Leggi anche: iTunes compie 20 anni: come ha cambiato le nostre abitudini nell’ascoltare musica?

Jamendo è disponibile sia come app gratuita sul Play Store di Android e App Store di iOS, sia come piattaforma Web raggiungibile tramite il sito ufficiale.