I primi 45 anni di Apple e i progetti mai realizzati (per ora) di Steve Jobs

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:10

Tanti auguri a Apple per i suoi primi 45 anni. Da cosa è partita, cosa ha concluso e cosa ha in serbo per il futuro.

Buon Compleanno Apple! – MeteoWeek.com

“Il computer una bicicletta per la mente”.

E’ una delle più famose riflessioni di Steve Jobs sulla tecnologia come mezzo per aumentare la capacità cognitiva delle persone.

Nelle ultime ore Apple ha compiuto 45 anni, tra alti e bassi, dimostrandosi per l’azienda innovativa che è.

Una delle compagnie che più hanno contribuito a rivoluzionare la nostra società nella seconda metà del Novecento e nei primi 2000, muoveva i suoi primissimi passi esattamente in queste ore nel 1976.

Da allora, la società fondata da Steve Jobs, Steve Wozniak e Ronald Wayne si è evoluta e trasformata più volte, mai perdendo però il suo goal iniziale e la sua eleganza nei prodotti così caratteristici e mantenendo uno spirito profondamente innovatore, capace di ispirare.

LEGGI ANCHE: Finalmente arrivano i Glasses di Apple? Probabile presentazione nell’evento di giugno

La nascita di Apple: una data che ha stravolto il mondo

Le origini di Apple con Steve Jobs – MeteoWeek.com

Era il 1 aprile 1976 quando Steve Jobs, Steve Wozniak e Ronald Wayne fondavano la Apple Computers.

La piccola compagnia nata in uno spartano garage di Los Altos, in California, sarebbe diventata negli anni la regina della Silicon Valley, una delle più grandi aziende del mondo per valore di mercato.

La storia della nascita di Apple contiene tutti gli elementi che rendono affascinante un racconto, avvincente eppure così tipico.

In qualche modo le vicende di questa compagnia sono talmente vicine al concetto del ‘sogno americano’, del successo raggiunto scavalcando tutte le difficoltà, dell’impegno e della forza di volontà come unica guida, da sembrare quasi inventate.

Dalla rivoluzione dei primi personal computer, ora cimeli battuti a peso d’oro alle aste, alla svolta dell‘iPhone ma anche dell’iPod (sembra passata una vita intera) e dei servizi di streaming come Apple TV; passando per qualche flop come il primo portatile Lisa o il palmare Newton, quella di Apple è una storia inscindibilmente legata al suo guru Steve Jobs morto nel 2011 e grazie alla cui visione l’azienda ha vissuto di rendita anche dopo.

Il primo pc portatile della Mela – MeteoWeek.com

l redesign degli Apple Store per evitare di creare una coda all’esterno andava contro tutti i principi di marketing dell’epoca.

Eppure fu un successo, presto imitato da tanti altri. E come dimenticare poi il leggendario spot di Ridely Scott nel 1984? Fu proprio grazie a quella pubblicità che nacque la tradizione tutta americana di creare campagne di alto livello in occasione del Super Bowl. Un’altra delle tante rivoluzioni di questa azienda.

Il primo nuovo prodotto dell’era firmata Tim Cook, successore di Jobs, è arrivato nel 2014 con l’Apple Watch che tanto amiamo e conosciamo ormai a memoria.

Poi sono stati lanciati i pagamenti ‘mobile’, la realtà virtuale e in un prossimo futuro anche gli occhiali targati Cupertino, mentre la compagnia pensa anche ad un progetto auto.

Cook per festeggiare la ricorrenza ha cosi scritto su Twitter: “Mentre Apple celebra oggi 45 anni, mi vengono in mente le parole di Steve di molti anni fa: Finora è stato un viaggio straordinario, eppure abbiamo appena iniziato. Grazie a tutti i membri della nostra famiglia Apple per tutto ciò che hai fatto per arricchire la vita”.

LEGGI ANCHE: Apple investe 2,8 mld in progetti green

Il futuro green di Apple

Il futuro con Tim Cook si tinge di verde – MeteoWeek.com

Ora Apple, al di là dei prodotti, guarda ad un futuro ‘green’: si è assunta l’impegno di arrivare a zero emissioni entro il 2030.

E un impegno verde è stato sottoscritto pure dalle oltre 110 aziende partner della filiera in tutto il mondo che useranno esclusivamente energia rinnovabile.

Insomma, Apple non ha intenzione di fermarsi, non ora che vede un futuro roseo e scolpito nella roccia.

E noi sappiamo per certo che Steve, ovunque sia, è immensamente orgoglioso della sua creatura, di cosa significa per noi, e di cosa è diventata.

Buon Compleanno Apple!