Apple investe 2,8 mld in progetti green

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:00

Apple corre sulle obbligazioni verdi e dichiara di aver raccolto 2,8 miliardi di dollari nel 2020, finanziando 17 progetti in grado di generare energia pulita.

Apple – MeteoWeek. com

Apple ha già assegnato 2.800 milioni di dollari (2.353 milioni di euro) dalle sue obbligazioni verdi con l’obiettivo di sviluppare progetti di energia rinnovabile in grado di generare 1,2 gigawatt (Gw), come riportato mercoledì in una dichiarazione.

I fondi raccolti da Apple tramite ”green bond” per i progetti ecosostenibili

Cosa sono i green bond

I green bond sono una categoria di titoli a reddito fisso che raccolgono capitali per progetti in grado di assicurare benefici ambientali, come l’energia rinnovabile o il trasporto a basse emissioni di carbonio.

Puntare sui green bonds significa investire su una categoria di titoli a reddito fisso, che raccolgono capitali per progetti in grado di assicurare benefici ambientali, come l’energia rinnovabile o il trasporto a basse emissioni di carbonio.

LEGGI ANCHE: Apple perde battaglia legale contro una piccola start-up: cos’è accaduto?

Dal 2015, Apple ha emesso tre tranche di obbligazioni verdi per un totale di 4,7 miliardi di dollari (3,95 miliardi di euro), quindi ha già utilizzato più della metà dei fondi a sua disposizione.

In tutto il 2020, il gigante tecnologico statunitense ha finanziato un totale di 17 progetti.

Secondo i calcoli di Apple, questo intervento eviterà l’emissione di una media di 921.000 tonnellate metriche di emissioni di carbonio all’anno, equivalente a togliere 200.000 veicoli dalla strada.

Da quando, nel 2015, durante la Conferenza dell’ONU sui cambiamenti climatici (COP21) tenutasi a Parigi, è stato siglato uno storico accordo sul clima, Apple ha investito i proventi di tre Green Bond per sostenere iniziative internazionali volte alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica.

L’azienda ha emesso il suo primo Green Bond da 1,5 miliardi di dollari a febbraio 2016.

Apple Green – MeteoWeek.com

Lo scorso luglio, Apple ha annunciato il suo piano per diventare carbon neutral a ogni livello dell’azienda, della catena di fornitura e del ciclo di vita dei suoi prodotti, entro il 2030.

Apple è già oggi carbon neutral in tutti i suoi uffici nel mondo, e questo nuovo impegno tuo dire che ogni prodotto Apple venduto sarà a impatto zero sul clima entro il 2030.
Apple, in quanto azienda leader del mercato tecnologico, è uno dei maggiori emittenti del settore privato.

L’obietivo aziendale è cercare di garantire, attaverso l’uso di tali capitali, il raggiungimento della neutralità carbonica lungo la catena di fornitura entro il 2030.

Tutti noi abbiamo la responsabilità di fare ciò che possiamo per combattere gli effetti del cambiamento climatico, e questo investimento di 4,7 miliardi di dollari raccolti attraverso l’emissione di obbligazioni verdi è una parte fondamentale dei nostri sforzi in questo settore. L’energia pulita è un grande vantaggio per qualsiasi azienda”, ha detto Lisa Jackson, vicepresidente delle iniziative ambientali, sociali e di politica interna dell’azienda. L’1,2 Gw di energia rinnovabile si aggiunge ai 350 megawatt (Mw) che Apple ha installato negli stati del Nevada, Illinois e Virginia, così come in Danimarca.

LEGGI ANCHE: Apple: “gli accessori MagSafe possono interferire con i dispositivi medici”

Le altre firme di Apple

Tra i progetti finanziati da Apple la realizzazione di due turbine eoliche onshore di grandi dimensioni in Danimarca vicino a Esbjerg in grado di generare 62 gigawattora di elettricità ogni anno per il data center di Apple a Viborg, e un sito di energia solare di 180 acri vicino al suo data center a Reno, in Nevada, in grado di generare 270 megawatt di potenza insieme agli altri suoi progetti in Nevada.