Bosch e Microsoft collaborano per progettare le auto connesse di nuova generazione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:30

Una nuova e potente collaborazione all’orizzonte: Bosch e Microsoft insieme per progettare veicoli connessi tra loro tramite computer e dati condivisibili.

Bosch e Microsoft insieme – MeteoWeek.com

Bosch e Microsoft collaboreranno per la realizzazione condivisa di una piattaforma software, il cui compito sarà garantire un’integrazione ottimale delle auto connesse con il Cloud, come si legge in una nota diffusa dall’azienda tedesca.

“Già oggi Bosch aggiorna i software delle automobili in modalità OTA. Con una piattaforma completa per le auto vogliamo offrire ancora più libertà alle case automobilistiche di creare nuove funzioni e portarle in strada velocemente.”

Le macchine del futuro quindi, avranno un Cloud con dati condivisibili per affrontare qualsiasi situazione senza farsi trovare impreparati.

L’obiettivo dei due colossi è quello di sviluppare la prossima generazione di software per l’utilizzo sugli autoveicoli. Una strategia che consentirà di ridurre drasticamente i costi di sviluppo e parallelamente aumentare la qualità.

Una condivisione che supera la media

Microsoft su quattro ruote con l’aiuto di Bosch – MeteoWeek.com

Bosch metterà a disposizione le proprie competenze riguardo alle architetture elettriche ed elettroniche nel settore automotive, mentre Microsoft condividerà quelle relative al Cloud Computing, occupandosi di software di base e middleware, nonché delle unità di controllo dei mezzi stessi.

Si punta, dunque, a semplificare e accelerare lo sviluppo e l’utilizzo del software per i veicoli lungo tutta la vita dell’auto.

Il tutto, ovviamente, in conformità con gli standard di qualità del settore automotive. Attraverso il cloud, le auto potranno scaricare gli aggiornamenti sviluppati dai costruttori, in modo da rimanere costantemente aggiornati.

Per i conducenti, la piattaforma significherà un accesso più rapido a nuove funzioni e servizi digitali. La collaborazione si concentrerà anche sulla creazione di strumenti che semplifichino i processi di sviluppo del software. Questo permetterà di accelerare l’innovazione e di ridurre i costi.


Leggi Anche:


Come gestire il “pericolo aggiornamenti”

Gli aggiornamenti – MeteoWeek.com

La nuova piattaforma, che sarà basata su Microsoft Azure e includerà moduli software Bosch, verrà resa disponibile sui primi prototipi entro la fine del 2021.

Sarà così possibile scaricare software e aggiornamenti dal Cloud direttamente nel computer delle vetture predisposte. Che in futuro utilizzeranno sempre di più questo tipo di servizi per la mobilità.

Scott Guthrie, Executive Vice President di Cloud+AI di Microsoft, ha rilasciato una nota:

“Con il software che sta rapidamente diventando un elemento chiave di differenziazione nel settore auto, la nostra ambizione è aiutare le aziende ad accelerare la fornitura di servizi per la mobilità che si tratti di autovetture o di flotte commerciali.”

Ovviamente, essendo in generazione virtual, sappiamo benissimo che ogni dispositivo elettronico ha degli aggiornamenti mensili da installare, e così sarà anche nei veicoli.

Questo per rimanere costantemente al passo con le nuove feature e le correzioni dei bug che puntualmente si presentano, anche nei migliori codici d’avviamento.

La nuova piattaforma permetterà di rendere tutto questo molto semplice e rapido, rispettando i rigidi protocolli di sicurezza. Per Microsoft si tratta dell’ennesimo nuovo accordo di collaborazione con realtà del settore automotive. Una collaborazione che non vede l’ora di uscire dai box e partire su quattro ruote.