Microsoft ha provato ad acquisire Pinterest: secca risposta negativa del social

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:14

Microsoft ha tentato l’acquisto di Pinterest, social celebre per proporre la condivisione di foto, video e immagini. Valutandone le potenzialità, l’azienda di Redmond ha avanzato un’offerta importante: la risposta del social però è stata secca e negativa

microsoft pinterest
Microsoft valuta l’acquisto di Pinterest, app per condividere immagini, foto e video. – MeteoWeek.com

Le aziende big tech tengono sempre i fari puntati sulle nuove opportunità che il mercato offre, sotto qualsiasi aspetto. Uno dei settori del mercato più floridi è senza dubbio quello dei social network, che vengono spesso acquisiti da compagnie ben più grandi per crearne dei network di primo livello, con un consistente supporto e un aiuto a potersi sviluppare secondo nuove strade.

Pensiamo ad esempio ad Instagram, acquisito da Facebook, a sua volta un social network ma diventato nel corso degli anni una vera e propria azienda big tech, capace di guidare il mercato anche sotto il profilo dell’innovazione tecnologica sul Web. Questa volta è stato il turno di Microsoft e Pinterest, le quali hanno provato a raggiungere un accordo, senza però giungere ad una conclusione positiva.

Microsoft e Pinterest: un matrimonio “che non s’aveva da fare”

Ma veramente Microsoft e Pinterest hanno provato a raggiungere un accordo? A dire il vero, le cose non sono andate proprio così. In realtà, Microsoft ha puntato gli occhi su Pinterest di recente, date le enormi potenzialità di questo social network, e ha avanzato un’offerta decisamente interessante al fine di proporre l’acquisizione. L’offerta è stata valutata sulla base del valore del social attuale, ossia di 51 miliardi di dollari, secondo alcune fonti: una cifra folle, che avrebbe fatto gola a molte aziende, ma non a Pinterest.

Il social infatti ha risposto con un secco “no” all’azienda di Redmond, per un semplice motivo: vuole restare indipendente, e per questo motivo ha già respinto altre proposte, anche provenienti dalla stessa Microsoft. Le trattative dunque sono state definitivamente chiuse, e al momento non sembrano esserci i presupposti per l’avvio di un nuovo dialogo e l’ipotesi per una vera e propria acquisizione.

microsoft pinterest
L’app, con la complicità della pandemia, ha vissuto un incremento del proprio valore del 600%. – MeteoWeek.com

Pinterest, un social in rapidissima ascesa

Pinterest ha vissuto nel corso di quest’anno un’ascesa incredibile, dovuta principalmente alla pandemia. Sin dall’inizio della crisi pandemica a livello mondiale, il social ha vissuto un incremento progressivo del 600% nel valore della capitalizzazione, fino ad arrivare per l’appunto alla cifra record di 51 miliardi di dollari.


Leggi anche:


Organizzato come una “bacheca online”, Pinterest allo stato attuale delle cose rientra tra i 100 siti web più visitati al mondo, soprattutto grazie alla sua natura estremamente semplice e alla possibilità di condividere contenuti soprattutto “fai da te”. Nel 2018 contava ben 200 milioni di utenti e le cifre sono cresciute nell’ultimo periodo. Per tutti questi motivi, forse il team di sviluppo di Pinterest ha voluto restare indipendente: per dimostrare sempre il proprio valore senza la necessità di possedere una “big” alle spalle, o più semplicemente per poter prendere sempre in totale autonomia le decisioni per il proprio sviluppo.