“Non viaggiate influenzati dai social”: il curioso video della Nuova Zelanda

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:30

La Nuova Zelanda lancia la campagna “Do Something New”, con la quale invita le persone in visita nel paese a smettere di viaggiare “sotto l’influenza dei social”

nuova zelanda social
Un estratto del video pubblicato su YouTube: il ranger Tom Sainsbury ferma una coppia intenta a scattare una delle classiche “immagini social” presso Roy’s Peak, uno dei luoghi turistici più famosi della Nuova Zelanda | fonte: canale YouTube 100% Pure New Zealand

Il turismo, nonostante il grande periodo di crisi che sta attraversando a causa della pandemia, è un settore importantissimo in molti paesi del mondo. Tra questi rientra sicuramente anche la Nuova Zelanda: lo stato insulare dell’Oceania è infatti ricco di luoghi incantevoli sotto l’aspetto paesaggistico e non solo.

Per quanto riguarda la pandemia, la Nuova Zelanda è uno dei paesi con il numero più basso di contagi: supera di rado i 10 contagi giornalieri e nelle giornate migliori ne conta addirittura 0. Per questo, sebbene i confini (e quindi gli arrivi internazionali) rimarranno chiusi per gran parte dell’anno, nel paese si pensa già alla ripresa dei viaggi, e il video pubblicato pochi giorni fa su YouTube da 100% Pure New Zealand ne è la dimostrazione. 100% Pure New Zealand è di fatto l’ente turistico della Nuova Zelanda: sul sito si possono infatti trovare una miriade di informazioni su destinazioni, itinerari, trasporti, alloggio, attività e offerte di viaggio.

Il curioso video sul turismo “social” in Nuova Zelanda

Tuttavia, il video pubblicato su YouTube da 100% Pure New Zealand non è una semplice clip di promozione turistica: esso annuncia infatti il lancio della campagna “Do Something New”, la quale invita le persone in visita nel paese a smettere di scattare foto ispirate a quelle degli influencer nei luoghi turistici, a favore di nuovi posti e di idee più originali. Un video ironico, ma che allo stesso tempo fa molto riflettere, in quanto molti viaggiatori sono soliti prediligere i luoghi “mainstream” visibili sui social media, in particolare su Instagram.

E non solo, in molti decidono anche di imitare le pose degli influencer, finendo per pubblicare delle foto simili, nelle quali cambia soltanto il soggetto protagonista. In questo modo, luoghi e attività altrettanto interessanti finiscono per essere “scartati”, in quanto ci si concentra sempre sui soliti posti. Proprio per questo il motto dell’iniziativa lanciata dalla Nuova Zelanda è “Please, don’t travel under the social influence” (Per favore, non viaggiare sotto l’influenza dei social).


Leggi anche:


Stuff Bjoern Spreitzer, responsabile nazionale di Tourism NZ ha dichiarato: ”Abbiamo lanciato la campagna dopo aver visto ripetutamente le stesse immagini e pose. Ci sono tante bellissime cose da fare in Nuova Zelanda, al di là delle tendenze social“.

Protagonista del video – il quale dura circa due minuti e mezzo -, è il comico Tom Sainsbury, nei panni di un ranger molto particolare, ovvero il comandante della “squadra di osservazione social”. Egli ha un importante compito: impedire alle persone di scattare foto in stile influencer negli stessi posti. Si parte dal più popolare di tutti: Roy’s Peak, luogo dal quale si può godere di una vista mozzafiato. Qui, il ranger interviene interrompendo una coppia intenta a scattare una foto, pronunciando una frase simbolica: “Ho già visto tutto questo. L’abbiamo fatto tutti”. Sainsubry si reca poi in un campo di lavanda ma arriva troppo tardi: l’immagine è già stata scattata e pubblicata su Instagram. Il video si chiude proprio con il motto citato precedentemente: “Please, don’t travel under the social influence”, posto in primo piano.

Un’immagine diventata virale e il premio della campagna “Do Something New”

Questa iniziativa riporta alla mente di molti un’immagine che nel 2018 ha fatto il giro del mondo: essa è stata scattata proprio presso Roy’s Peak e mostra una lunga fila di persone in attesa di poter effettuare il proprio “scatto social”. In breve era diventata virale anche al di fuori della Nuova Zelanda, anche a causa della sua buffa descrizione: “The social media queue” (la coda dei social media).

nuova zelanda social
L’immagine diventata virale: una lunga fila di turisti (in basso) attende il proprio turno per scattare una foto presso Roy’s Peak – MeteoWeek.com

Come parte della campagna per convincere le persone a visitare luoghi diversi, i viaggiatori possono condividere le proprie foto “originali” su Instagram utilizzando l’hashtag #DoSomethingNewNZ, per avere la possibilità di vincere un buono di viaggio del valore di 500 dollari neozelandesi, equivalenti a circa 300 euro.