Operazione Risorgimento Digitale, SAP Italia aderisce per aiutare le PMI

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:30

SAP Italia aderisce al programma Operazione Risorgimento Digitale di TIM, al fine di favorire la crescita delle PMI italiane

operazione risorgimento digitale asp
L’Operazione Risorgimento Digitale si arricchisce con un nuovo partner – MeteoWeek.com | fonte: sito ufficiale dell’iniziativa

L’Operazione Risorgimento Digitale, promossa da TIM per offrire formazione accessibile e gratuita – al fine di rendere l’Italia digitale – si arricchisce con un nuovo nome, SAP Italia. La sede italiana della multinazionale specializzata nella produzione di software gestionali e di soluzioni informatiche per le aziende ha infatti deciso di aderire al programma. Ma prima di parlare di questo, è necessaria una piccola premessa.

L’Operazione Risorgimento Digitale: cos’è?

Essa è un’iniziativa avviata da TIM per cercare di rendere l’Italia il più possibile digitale, come detto poc’anzi. Secondo l’azienda di telecomunicazioni, più “digitalità” garantisce più ricchezza, più occupati, più efficienza, più trasparenza e più opportunità. A tal fine, TIM ha dato vita ad un hub nel quale offre gratuitamente diverse tipologie di contenuti divulgativi e formativi, rivolgendosi a quattro target specifici, come specificato sul proprio sito web:

  • Persone: per acquisire, grazie ad un impegno quotidiano, maggiori competenze digitali
  • Imprese: per dare forza e supporto alla transizione digitale del nostro mondo produttivo
  • Pubblica amministrazione: per accompagnare la trasformazione digitale di essa
  • Giovani: un’offerta formativa pensata attraverso l’innovazione didattica e l’integrazione delle nuove tecnologie nei processi di apprendimento

Un progetto sicuramente importante per tutta la società, mirato a colmare il “ritardo digitale” e rendere accessibile a chiunque la rivoluzione di Internet. TIM non utilizza casualmente il termine “ritardo”, in quanto, secondo l’indice di digitalizzazione dell’economia e della società stilato dalla Commissione Europea l’Italia si trova agli ultimi posti di questa particolare classifica.


Leggi anche:


L’adesione di SAP Italia

L’idea di SAP Italia è quella di “contribuire alla trasformazione delle PMI (piccole e medie imprese) italiane, attraverso un uso esteso delle nuove tecnologie intelligenti, e promuovere una cultura digitale nel Paese”. Con questo obiettivo è nata l’iniziativa “L’ERP (Enterprise Resource Planning) intelligente per le PMI”, con la quale SAP ha appunto aderito all’Operazione Risorgimento Digitale. Come riportato dall’agenzia Ansa, essa prevede l’avvio di una serie di appuntamenti e incontri, resi possibili dalla collaborazione con i propri partner. Ovviamente, mira a supportare gli obiettivi della campagna promossa da TIM, al fine di abbattere il digital divide culturale e accrescere le competenze del capitale umano.

SAP parteciperà quindi all’Operazione Risorgimento Digitale con una Master Class (cicli di lezioni verticali completamente gratuiti su argomenti specifici), che si articola in quattro incontri, i quali si focalizzeranno su una specifica regione italiana. Le prime partiranno il 25 gennaio, e ogni incontro sarà dedicato all’analisi di un tema specifico, con la condivisione di storie e progetti di aziende italiane presenti in quella specifica regione per mostrare i vantaggi derivanti dall’adozione di una tecnologia Enterprise Resource Planning intelligente.

Annuncio delle Master Class di SAP e di ZTE: anche l’azienda tecnologica cinese produttrice di smartphone è un partner dell’Operazione Risorgimento Digitale – MeteoWeek.com

È un aspetto, quello della digitalizzazione, che non ammette più ritardi, e la situazione di emergenza che stiamo vivendo ha evidenziato che questa è un’esigenza improrogabile“, ha sottolineato l’amministratore delegato di SAP Italia, Emmanuel Raptopoulos. “Con il contributo dei partner SAP lavoreremo per aiutare le PMI italiane a conoscere e sfruttare il potenziale delle nuove tecnologie per diventare organizzazioni intelligenti, competitive e sostenibili, e garantire una rapida ripartenza e crescita economica del nostro Paese“.