Elon Musk fissa la data per la “conquista” di Marte

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:00

Dopo aver stravolto tutti con la sua spedizione per Marte, ora c’è una data. Elon Musk è pronto a conquistare il pianeta rosso.

Elon Musk e la spedizione su Marte – MeteoWeek.com

Elon Musk ha sempre dichiarato come il suo sogno sia quello di raggiungere Marte, e non si può dire che non stai facendo tutto il possibile per realizzarlo.

Diverse sono state le voci in questi anni, ma fino ad ora sono sempre state “voci di corridoio”. Per ora.

Il magnate sudafricano, naturalizzato, statunitense ormai da anni lavora al progetto SpaceX che dovrebbe, nel giro di qualche anno, raggiungere il pianeta rosso. La corsa a Marte però sta iniziando a coinvolgere sempre più partecipanti; solo l’anno scorso infatti la Cina ha annunciato l’intenzione di avviare una propria spedizione che dovrebbe concretizzarsi entro il 2050.

E Musk?

Quando è fissata la data per Marte secondo Elon Musk

Secondo l’artefice di Starlink il primo viaggio verso il pianeta avverrà: “Se saremo fortunati, forse in quattro anni“. La prima spedizione con equipaggio dunque potrebbe essere più vicina di quanto ci si possa aspettare; il viaggio spaziale però dovrebbe essere anticipato da l’invio di un veicolo senza equipaggio entro due anni.

I piani di Musk dipenderanno molto dal buon esito delle sperimentazioni che vedono coinvolte la nave spaziale Starship e il vettore Super Heavy che ne fa da propulsore. Se i test di entrambe le invenzioni dovessero dare esito positivo le previsioni di Musk potrebbero rivelarsi vere. Non resta dunque che attendere, la prima spedizione marziana potrebbe avvenire già nel 2024.

I progressi di Tesla

Elon Musk – MeteoWeek.com

Tesla è da sempre impegnata nello sviluppo dei sistemi di Guida Autonoma per i propri veicoli, non a caso infatti molti conoscono il marchio soprattutto per “la macchina che va da sola mentre dormi“. L’azienda californiana è una delle più attive nel settore e i continui miglioramenti sono sotto gli occhi di tutti.

Infatti, lo scorso anno, Tesla ha avviato il programma di test dedicato al sistema chiamato Full Self-Driving (FSD). Utilizzando la dotazione tecnica di bordo e un nuovo software, le vetture del brand possono guidare da sole mentre il guidatore si concede un pisolino, magari evitando così di fermarsi sul ciglio della strada.

Tesla ha anche programmato i veicoli per vere e proprie “abitazioni” di fortuna, con tende da montare, abbassamento totale dei sedili, sicura, e altro.

Il FSD è una evoluzione diretta di Autopilot ma con funzionalità estremamente più avanzate. Le interazioni umane con i comandi dell’auto sono minime se non assenti, ma il software non è ancora del tutto preciso. Questo significa che il guidatore deve sempre essere pronto a prendere i comandi in caso di necessità.


Leggi Anche:


“TESLA FULL SELF-DRIVING WILL WORK AT A SAFETY LEVEL WELL ABOVE THAT OF THE AVERAGE DRIVER THIS YEAR, OF THAT I AM CONFIDENT. CAN’T SPEAK FOR REGULATORS THOUGH.” così ha inizio l’era di Elon Musk, che su twitter dichiara le vere intenzioni di Tesla.

Insomma, davvero tanti progetti per il magnate, con un ego abbastanza importante. Ci riuscirà?