The Mandalorian: come finisce la seconda stagione e che destino avrà Grogu

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:00

La scorsa settimana, si è conclusa la seconda stagione di The Mandalorian. Ecco come è finita.

The Mandalorian: finale di stagione – MeteoWeek.com

Mettiamo subito le parole importanti alla presente visione: SPOILER. 

Se non avete ancora visto l’ultima puntata di The Mandalorian, vi sconsigliamo assolutamente di proseguire con la lettura dell’articolo. Sul nostro sito però ce ne sono tanti altri che potete leggere, in attesa di vedere la puntata e ritornare a leggere l’articolo.

Ora, torniamo a noi.

Quanti sono rimasti senza parole? Devastati? Con l‘hype a mille? Ecco, anche noi.

L’ultima puntata di The Mandalorian

L’ultima puntata, Il salvataggio, ci ha riservato non poche sorprese. L’episodio è inoltre ricchissimo riferimenti ed easter egg, che per gli appassionati sono state come caramelle durante una dieta a basso apporto di zuccheri.

L’episodio inizia con la Slave I che insegue una navetta Lambda, in cui viaggia il dottor Pershing. I nostri eroi, ovvero quelli per cui tifavamo, riescono ad abbordarla, ma il copilota prende in ostaggio il dottore dicendo che anche lui è un obiettivo della Nuova Repubblica.

Mentre parla a Cara cita Alderaan, capisce la sua provenienza tramite il tatuaggio sotto l’occhio, che richiama una lacrima, e le dice di aver assistito alla sua distruzione sulla Morte Nera.

E qui, brividi.

Per la prima volta dopo anni su schermo, inoltre, abbiamo un punto di vista opposto a quello dei Ribelli sulla morte di milioni di persone sulle Morti Nere, che nella trilogia non abbiamo occasione di vedere.

Dopo aver preso il dottore, i nostri si dirigono su un pianeta in cui si trovano Bo-Katan e Koska Reeves; non li vediamo subito ma lo capiamo subito poiché è presente la Gauntlet, la nave di Bo-Katan.

Din va con Boba Fett a chiedere il loro aiuto per salvare il bambino (comunemente chiamato Baby Yoda e poi Grogu).

Durante la conversazione accesa, Bo-Katan si accorge che Boba Fett è un clone, poiché aveva sentito la sua voce migliaia di volte in passato (chi ha visto The Clone Wars, la serie animata, lo sa) e lo provoca dopo che lui ha espresso il suo scetticismo per la riconquista di Mandalore. Ed eccolo qui l’ennesimo easter egg.


Leggi Anche:


Dopo uno scontro tra Koska e Boba, Bo-Katan promette a Din che lo aiuterà, ma che sarà lei e solo lei ad uccidere Moff Gideon e riprendere ciò che le apparteneva: la Darksaber (punto focale dell’episodio). Per chi non l sapesse, è una spada laser mandaloriana. Ma ci arriveremo.

Una volta sulla nave, i nostri escogitano un piano per abbordare l’incrociatore di Moff Gideon. Durante la conversazione il dottor Pershing svela un particolare sui Dark Troopers: sono droidi soldato di terza generazione. Il riferimento ai Dark Troopers di fase III del Legends è praticamente spiattellato sui nostri schermi.

Mentre Bo-Katan, Cara, Fennec e Koska raggiungono e liberano la plancia dopo lo scontro con i Dark Troopers, rimangono interdette dall’assenza di Gideon.

Infatti lo si trova nella cella di Grogu, e lo tiene in ostaggio con la Darksaber.

Quando Din lo raggiunge, gli spiega molte cose riguardo quella spada e il suo potere: chi la brandisce, può rivendicare il trono di Mandalore.

Easter Egg importantissimo: in The Clone Wars e Rebels abbiamo visto molti brandirla, e l’ultima prima di lui fu proprio Bo-Katan.

Moff Gideon parla poi del bambino, svelandoci di aver estratto il suo sangue, che potrebbe riportare“ordine” nella galassia. Quindi, la sa missione può ritenersi conclusa.

Un riferimento quasi certo alla nascita del Primo Ordine, e alla possibilità che quel sangue sia servito per creare Snoke e permettere a Palpatine di portare avanti i suoi piani per risorgere. Da qui capiamo molte cose che nella trilogia potevamo solo ipotizzare.

Dopo la discussione tra i due, comincia il duello che avevamo anticipato, in cui Din riesce a vincere.

The Mandalorian – MeteoWeek.com

Il protagonista arriva in plancia con Gideon, e scopriamo perché Bo-Katan durante la puntata ha ribadito più volte di dover affrontare lei il Moff.

Gideon ci rivela che la Darksaber può solo essere vinta in duello: nonostante Din voglia consegnargliela, lei non può accettarla, non è così che si ottiene la spada, c’è una tradizione da seguire.

Questo scenario apre a molte possibilità per la terza stagione. Mentre i nostri discutono, l’intera guarnigione di Dark Troopers è tornata, e sconfiggerli con i loro mezzi è impossibile.

Presto i droidi raggiungono l’entrata della plancia, e cominciano a distruggere la porta. Quando tutto sembra perduto, un Ala-X approda sull’incrociatore.

E qui, lo sappiamo, abbiamo tutti trattenuto il respiro perché ognuno di noi sa a chi appartiene. 

Scena finale di The Mandalorian – MeteoWeek.com

Dall’Ala-X esce un jedi incappucciato che comincia a distruggere uno dopo l’altro i Dark Troopers, con una facilità disarmante e che lascia poco spazio all’immaginazione: è Luke Skywalker.

Panico. Emozioni. Un omaggio a Mark Hamill che ha fatto piangere anche l’ultimo fan collegato alla visione.

La parte in cui distrugge i soldati di fronte alla porta, è un parallelismo all’ultima scena di Rogue One, dove suo padre fece lo stesso con i ribelli.  Arrivato in plancia, Luke si abbassa il cappuccio: ad interpretarlo è Mark Hamill ringiovanito.

Comincia poi una commovente scena d’addio, in cui Grogu chiede a Din il permesso per seguire Luke.

Il loro saluto è da crepacuore, anche perché Din gli mostra il suo volto, e il piccolo lo accarezza.

Infine, per darci il colpo finale, fa la sua comparsa anche R2-D2.

Pazzesco.

Grogu e Luke partono e noi attendiamo la terza stagione come un bolognese attende i tortellini a Natale.

Non fermatevi mai prima dei titoli di coda!

Se vi siete persi questa perla, andate subito a rivedervi la fine, perchè i titoli di coda nascondono una scena chiave, soprattutto per lo sai off in arrivo il prossimo dicembre: The Book of Boba Fett.

Ci ritroviamo su Tatooine: Boba e Fennec entrano in quello che fu il palazzo di Jabba, che nel frattempo era sotto il controllo di Bib Fortuna .

I due eliminano lui e le guardie con facilità, e Boba Fett si proclama nuovo padrone del Palazzo e probabilmente signore di Tatooine.