Google Street View, gli utenti potranno contribuire utilizzando il proprio smartphone

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:30

Merito di un aggiornamento rilasciato da Google all’app Street View (su Android), che consentirà a chiunque di poter migliorare la famosa funzione di Maps, utilizzando semplicemente il proprio smartphone.

Una delle Google Car, autrici di quasi tutte le immagini visibili su Street View – MeteoWeek.com

Chi mentre stava utilizzando Google Street View non si è mai chiesto almeno una volta come fosse possibile visualizzare immagini sferiche di una miriade di strade nel mondo e chi le abbia realizzate? In realtà, molti sono già a conoscenza della risposta a questo quesito: la stragrande maggioranza del merito va alle cosiddette Google Car, ovvero automobili attrezzate con una speciale telecamera ad alta definizione sul tettuccio. Essa scatta immagini sferiche, supportata da fotocamere adiacenti, che catturano foto leggermente sovrapposte: il tutto viene poi “cucito” insieme in un’unica immagine precisa a 360°. È quindi un lavoro che richiede un’attrezzatura adeguata, nonché in molti casi costosa.

Street View ha catturato l’attenzione di molte persone per la sua particolarità, ed è per questo che già da tempo Google permette agli utenti – dotati di un’attrezzatura idonea – di caricare immagini sferiche in luoghi nei quali le strade non possono proprio arrivare, come visibile nell’immagine sottostante:

Un esempio di foto sferica visibile su Street View realizzata da un utente sul Monte Bianco, un luogo in cui le strade non possono decisamente arrivare – MeteoWeek.com

Tuttavia il processo per pubblicarle – visibile qui – risulta alquanto complicato, cosa che ha scoraggiato molti utenti desiderosi di contribuire al miglioramento di questa ormai famosissima funzione di Google Maps.

La nuova funzione

Ma da qualche giorno, tutto ciò sembra diventato più facile da realizzare. Si, perché Google ha infatti deciso di permettere a chiunque di condividere il proprio mondo con Street View, ma questa volta in modo semplice e accessibile a tutti, in quanto ciò sarà fattibile utilizzando comodamente il proprio smartphone.

Con l’ultimo aggiornamento dell’app Street View su Android, utilizzando un nuovo strumento messo a disposizione da Google, è ora più facile che mai raccogliere immagini di Street View e metterle “nel posto giusto” su Google Maps. Il tutto semplicemente registrando una serie di immagini collegate mentre ci si sposta lungo una strada o un sentiero. Queste immagini vengono acquisite utilizzando ARCore, la stessa tecnologia di realtà aumentata che il colosso di Mountain View utilizza per produrre esperienze come Live View. Dopo aver registrato le immagini e averle pubblicate tramite l’app Street View, ci penserà quindi Google stesso a ruotarle, posizionarle e creare automaticamente una serie di foto collegate. Quindi posizionerà le immagini collegate nel luogo corretto su Google Maps, in modo che possano essere trovate ed esplorate da chiunque nella posizione esatta in cui sono state scattate.

Il semplice procedimento da svolgere: si noti (a destra) lo Street View visibile con una serie di linee blu, che identificano le immagini realizzate dagli utenti con questa nuova funzionalità – MeteoWeek.com

Tutto realizzabile quindi anche senza speciali fotocamere a 360 gradi. In questo modo Google cerca di catturare luoghi che non sono visibili su Street View, o che hanno bisogno di un “aggiornamento”, in quanto alcuni possono essere visibili tramite immagini risalenti a diversi anni fa. Infatti, sebbene le Google Car abbiano raccolto oltre 170 miliardi di immagini da 10 milioni di miglia in tutto il pianeta, ci sono ancora molte parti del mondo non mappate.

Quando le persone contribuiscono con foto collegate, queste appariranno in Street View su Google Maps come linee blu tratteggiate. Laddove siano invece presenti immagini di Google Street View esistenti, queste ultime verranno mostrate come esperienza principale di Street View con una linea blu continua, come siamo abituati a vederle tuttora. Nonostante questa versione beta sia ancora agli inizi, molte persone hanno già iniziato ad aggiungere le proprie foto connesse; esse hanno gli stessi controlli sulla privacy delle normali foto di Street View: verranno quindi sfuocati volti e targhe.


Leggi Anche:


Al momento, in questa fase di prova, gli utenti potranno provare questa funzione soltanto in determinati luoghi, ovvero Toronto (Canada); New York; Austin (Texas); Nigeria; Indonesia e Costa Rica. Altre regioni saranno supportate in futuro con l’avanzare del test, afferma Google.

Non ci resta quindi che aspettare, sperando che “Big G” decida di sperimentare questa funzione anche nei paesi del Vecchio Continente.