Nintendo Switch o Nintendo Switch Lite? Tutte le differenze e quale conviene acquistare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:40

Vediamo le differenze tra Nintendo Switch e Nintendo Switch Lite, le due console di punta della casa nipponica, e quale conviene acquistare per rispondere alle vostre esigenze.

nintendo switch e nintendo switch lite
Nintendo Switch ha portato una rivoluzione nel mondo delle console, coniugando portabilità a caratteristiche da console fissa. – MeteoWeek.com

La politica di Nintendo nella creazione delle proprie console è sempre stata piuttosto chiara. L’azienda nipponica infatti non ha mai puntato eccessivamente sulle caratteristiche tecniche, ma piuttosto sull’esperienza di gioco. Titoli di saghe celebri come Mario e Zelda hanno infatti sempre accantonato le grafiche “spaccamascella” in favore di divertimento e narrazione.

Così, anche con l’uscita della precedente generazione di console rappresentata dalle due competitor PlayStation 4 e Xbox One, Nintendo ha proseguito sulla propria strada proponendo Nintendo Switch, console “modulare” che presenta delle caratteristiche innovative rispetto alle due tradizionali console fisse di Sony e Microsoft.

Ciò che contraddistingue Switch è la sua doppia natura di console fissa e portatile al contempo, una caratteristica che la rende probabilmente la console più comoda per l’utilizzo in casa. Switch è presente nelle due configurazioni, Switch e Switch Lite, con un divario di prezzo non indifferente: vediamone le caratteristiche, le differenze e quale console conviene acquistare.

Nintendo Switch “classica”

Per quanto riguarda la versione “classica” di Switch, ci stiamo riferendo in particolare alla versione originale (uscita nel 2017) che ha sorpreso proprio tutti. Tale versione presenta una caratteristica su tutte: è al contempo console fissa e portatile.

Nintendo Switch infatti è composta di un tablet, di due joypad (denominati Joy-Con) collegabili ai lati del tablet per sfruttare la modalità portatile, e di una dock (da collegare alla televisione) nella quale va inserito il tablet per poter proiettare il gioco sulla TV.

La più grande differenza risiede proprio nella modularità: Nintendo Switch “classica” infatti può essere utilizzata sia tramite collegamento al televisore, sia tramite aggancio dei Joy-Con al tablet e utilizzo portatile; ma anche tramite modalità “da tavolo”, tramite la quale si può appoggiare il tablet su una superficie per sfruttarlo come schermo, su cui giocare tramite i Joy-Con sganciati.

nintendo switch e nintendo switch lite
Totale portabilità o modularità della versione classica: quale preferirai? – MeteoWeek.com

Nintendo Switch Lite

Passiamo invece a Nintendo Switch Lite, presentata nel 2019 come “sorella minore” della controparte tradizionale. Nel caso di Switch Lite, la differenza più grande risiede nel fatto che è completamente portatile: non presenta quindi alcuna possibilità di collegamento alla TV, né di utilizzo con i Joy-Con sganciati. Per chi conosce il settore delle console portatili, la forma e il funzionamento possono essere ricondotte ai vecchi GameBoy o Nintendo DS.

La console ha dimensioni ridotte e minore peso, inoltre la batteria presenta una durata leggermente inferiore. Tuttavia, un’altra differenza risiede nel fatto che Switch Lite non è pienamente compatibile con i software e i giochi Nintendo Switch: se la versione classica è compatibile al 100% con tutte le produzioni Nintendo, per Switch Lite c’è sempre bisogno di verificare la compatibilità.


Leggi Anche:


In definitiva, quale conviene acquistare?

Sulla carta sembra non esserci paragone, perché la versione classica di Switch risulta insostituibile per le funzionalità che propone e per la maggiore flessibilità offerta. Tuttavia, va considerato anche il fattore prezzo, un punto molto critico dato che Nintendo non è incline a rimodulazioni frequenti.

Nintendo Switch classica infatti propone un prezzo ancora elevato, superiore ai 300 euro, mentre Switch Lite si aggira attorno ai 200 euro, anche se spesso viene offerta ad una decina di euro in meno.

Dovrete decidere per l’una o per l’altra soltanto in base alle vostre esigenze. Se non avete bisogno di giocare dalla TV e siete spesso in movimento, puntate su Switch Lite, viceversa se non potete rinunciare a questa caratteristica spendete qualcosa in più e puntate sulla versione classica. In entrambi i casi vi sarà garantita un’esperienza di gioco eccellente e potrete divertirvi assieme ai titoli più famosi prodotti da Nintendo negli ultimi anni.