I giochi vintage: alcuni valgono una fortuna, ecco quali sono

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:06

Una versione di Super Mario Bros venduta a 130.000 euro pochi giorni fa: ma è soltanto uno dei videogiochi “vintage” che possono valere una fortuna. Ecco quelli che hanno battuto ogni record

La particolare copia di Super Mario Bros. 3 (a destra) venduta all’asta pochi giorni fa per 156.000$ – Meteoweek.com

Da sempre, l’hobby del collezionismo è molto diffuso in tutto il mondo e genera un consistente circolo di denaro. Solo in Italia, nel 2016 Il Sole 24 Ore stimava che, senza contare i privati, vi erano 5.638 imprese attive che facevano del collezionismo un business, generando un fatturato di oltre 400 milioni di euro. Si può potenzialmente collezionare qualsiasi cosa, da oggetti di scarsa rilevanza a opere d’arte di valore inestimabile: basti pensare che nel 2017 l’anonimo vincitore dell’asta per aggiudicarsi il “Salvator Mundi” di Leonardo da Vinci ha sborsato ben 450 milioni di dollari – equivalenti a 381 milioni di euro – per portarselo a casa. Il collezionismo d’arte è sicuramente una delle tipologie di collezionismo più diffuse, insieme a quello di monete, orologi, antiquariato e francobolli.

Ma c’è qualcosa che non da molto ha iniziato anch’esso ad essere un pezzo “da collezione”. Quel qualcosa sono i vecchi videogiochi sviluppati per le primissime console, come il Nintendo Entertainment System (NES) o l’Atari 2600. Va detto che anche gli apparecchi elettronici vintage come appunto le vecchie console e i computer possono valere davvero cifre sorprendenti: un esempio lo si ha con l’Apple 1, nonché il primo computer prodotto dalla Apple nel 1976. Esso è stato prodotto solo in 200 unità, e una di queste, nel 2014, è stata venduta ad un’asta per 905.000 dollari. Ma torniamo ai videogiochi vintage: simbolo di un’evoluzione tecnologica ancora agli albori, oggi alcuni possono inaspettatamente valere una fortuna. Scopriamo quali:

Gamma Attack

Sviluppato per Atari 2600, è il videogioco più raro e costoso di sempre per un’unica particolarità: ne furono lanciate pochissime copie, e ad oggi ne rimane soltanto una. Quest’ultima “sopravvissuta” appartiene a Anthony DeNardo, collezionista che nel 2008 decise di comprarla per 46 mila euro e la rimise all’asta – sempre nello stesso anno – per 463.000€; tuttavia per quella cifra nessuno si fece avanti.

Super Mario Bros

Lo storico videogioco con protagonista il personaggio più celebre mai creato dalla Nintendo ha infranto ogni record: la primissima edizione del 1985 è stata venduta a 100.150 dollari, (83.000 euro) nel febbraio 2019.

Lo scorso luglio è stata invece venduta una versione di Super Mario Bros. 3 del 1990 prima a 114.000$ (95.000 euro); e pochi giorni fa all’incredibile cifra di 156.000$ (130.000 euro). Va evidenziato come entrambe queste versioni fossero rarissime, per due motivi. Prima di tutto lo stato di conservazione (non sono mai state aperte), e poi perché la parola “Bros.” la si può stranamente notare al di sotto di “Super Mario” sul lato sinistro invece che sul destro, andando a sovrapporsi al guanto bianco.

1990 Nintendo World Championships: Gold Edition

La cartuccia di questo particolarissimo e rarissimo videogioco – Meteoweek.com

Videogioco esclusivo, progettato come premio per un torneo di videogiochi tenuto dalla Nintendo nel 1990, a Los Angeles. Solo i 26 partecipanti hanno ricevuto una copia di questa cartuccia, quindi questo è il numero di copie di esso realizzate in tutto. Nel 2014, è stata venduta su eBay una cartuccia al costo di 100.088$, anche se il valore stimato di essa è quantificato “solo” tra i 10 e i 20 mila dollari.

Pokémon Rosso

Una versione immacolata del videogioco pubblicato da Nintendo nel 1998 per Game Boy è stata venduta a 84.000 dollari (70.000 euro), nella stessa asta da record di Super Mario Bros. 3.


Leggi anche:


Mega Man

Sviluppato dalla Capcom nel 1987 per il NES, una sua copia ancora sigillata è stata venduta nel novembre 2019 per 75.000 dollari (circa 63.000 euro).

Mike Tyson’s Punch-Out

Videogioco pubblicato da Nintendo su NES nel 1987, incentrato sulla figura di Little Mac, pugile alle prime armi che deve sconfiggere vari rivali per ottenere il titolo di campione. L’ultimo, ovviamente, è Mike Tyson (dal 1990 Mr. Dream, a causa della scadenza dei diritti di immagine del campione statunitense). Riscosse all’epoca un grande successo, anche tra i non appassionati di questo sport. Nel luglio di quest’anno è stato venduto ad un’asta per 50.000 dollari (42.000 euro).

Altri giochi che meritano menzione per l’impressionante cifra alla quale sono stati venduti sono i seguenti:

  • Stadium Events (Bandai, NES, 1987): 38.000€
  • Air Raid (Atari 2600, 1982): 32.400€
  • Birthday Mania (VisiCorp, Atari 2600, 1984): 32.000€

Che dire, sarà molto difficile, ma se hai una di queste fortune nel cassetto avrai sicuramente già in mente cosa fare.