Usano la nostra rete Wi-Fi di nascosto? Ecco come capirlo e sorprenderli!

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:00

In tanti avranno fatto la stessa domanda seppur per motivazioni differenti, ossia di come sia possibile sapere se qualcuno si sia connesso alla nostra rete Wi-Fi o meno. Lo si può fare tramite cellulare, computer, tablet e così via, ragione per la quale dovremmo essere assolutamente informati al riguardo per non rischiare di essere colti di sorpresa. Quali sono i metodi migliori in questo caso?

Usano la nostra rete Wi-Fi di nascosto? Ecco come capirlo e sorprenderli!
Controllare la nostra rete Wi-Fi è molto importante, quindi questa guida potrebbe servirci più del dovuto – MeteoWeek.com

Sapere se qualcuno sta sfruttando la nostra larghezza di banda è molto importante, poiché potrebbe avere accesso ad alcune informazioni riservate. Non a caso dovete tenere conto del fatto che, un eventuale hacker, avrebbe la possibilità di accedere ai file che condividiamo inconsapevolmente, rubare password e altre informazioni personali o passarci addirittura un virus capace di metterci nei guai seriamente.

Quindi, per iniziare, il modo migliore per garantirci che ogni dispositivo connesso alla rete appartenga a persone fidate, consiste nel controllare l’interfaccia web del router, dalla quale potremo leggere dei dati più accurati per comprendere quali dispositivi sono collegati e quali no. La maggior parte dei modem, oltretutto, offre un’interfaccia che ci consente di accedere e visualizzare l’elenco di dispositivi collegati.

Il processo da eseguire per sistema operativo

Usano la nostra rete Wi-Fi di nascosto? Ecco come capirlo e sorprenderli!
Alcune soluzioni sono efficaci – MeteoWeek.com

Qualora non avessimo modo di poter aprire l’interfaccia, dovremo procurarci
l’indirizzo IP del router tramite il Pannello di controllo o eseguendo il comando “ipconfig” in una finestra del prompt dei comandi. In particolar modo se il nostro sistema operativo è Windows, in basso a sinistra, dove si trova la lente dunque, possiamo cercare “prompt“. A questo punto vedremo l’app e potremo fare clic su “Apri“. Dopodiché noteremo una finestra piccola con schermata nera e una riga, dove lampeggia il cursore; proprio lì sarà necessario inserire il comando “ipconfig“.

Non cambia la procedura per macOS: dal menù Apple facciamo tap su Utility e, in seguito, scriviamo il comando “netstat -nr | grep default“. L’IP del router lo troviamo dopo Default, ma se volessimo ottenere l’indirizzo IP da iPhone o iPad dovremo andare su tap “Impostazioni” e poi in “WiFi” per poi selezionare il nome della rete wireless su cui siamo connessi.

Avendo ottenuto l’ip con successo, possiamo – soltanto adesso – inserirlo nella barra del browser web che usiamo normalmente e poi premiamo invio per collegarci all’interfaccia del router. Potrebbero servire password e nome utente del modem, ovviamente per chi le ha impostate, e che si possono trovare sull’etichetta sul retro del dispositivo.

Ricordate che i modem hanno interfacce differenti, tuttavia i modelli utilizzano una opzione comune tra loro che altro non è che la lista dei dispositivi collegati. Alcuni router mostrano tale elenco direttamente all’apertura, e quando la vedremo potremo leggere i nomi e gli indirizzi IP dei device collegati in modo tale da poter sapere se siano familiari o estranei. Per farlo sarà sufficiente spegnere un dispositivo alla volta: se dopo averli disattivati tutti ne resterà ancora uno connesso al router, allora qualcuno sta abusando della nostra connessione.