Anche il collirio per gli occhi diventa un prodotto high tech

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:30

Arriva Vuity, il primo collirio ufficialmente autorizzato per rimuovere i difetti di vista di chi ha la presbiopia. Le gocce potranno essere vendute a partire dal 16 dicembre negli Stati Uniti. Infatti, è arrivato il via libera della Food and Drug Administration. Anche il prezzo è super conveniente: bastano 80 dollari per un flaconcino che dura un mese.

Meteoweek.com

Non sappiamo ancora se il collirio sarà commercializzato in Europa, ma sicuramente a breve verrà venduto negli USA. Sarà una grande rivoluzione per chi soffre di presbiopia, problema che si presenta nelle persone adulte dopo i 40 anni. Il disturbo consiste nella difficoltà a vedere da vicino e potrà essere curato con l’ultimo trovato della scienza oculare: il collirio Vuity.

Niente più occhiali

Il collirio rende inutili gli occhiali per chi soffre di presbiopia. Infatti, i test clinici hanno confermato l’efficacia del nuovo farmaco su tutti i partecipanti. Solo alcuni volontari hanno riferito una minore efficacia del collirio o alcuni effetti collaterali come arrossamenti o leggeri mal di testa.

LEGGI ANCHE: Corticale come Neuralink: la startup italiana sfida Elon Musk

I testi hanno avuto un campione di adulti tra i 40 e i 55 anni, ma il medicinale dovrebbe funzionare fino ai 65 anni. E’ questa la fascia di età colpita dal disturbo. Nello studio sono state coinvolte 750 persone, tutte affette dal disturbo e nessuno ha rilevato eventi avversi gravi. Dopo questi eccellenti risultati, la Food and Drug Administration ha dato la sua approvazione al farmaco.

Di fatto, potrebbe trattarsi di una piccola rivoluzione nel suo ambito. Grazie a questa innovazione, i presbiti potranno finalmente dire addio a costose montature! Fino ad oggi non c’era alcuna alternativa agli occhiali per chi avesse avuto questo problema. Ma come funziona questa geniale invenzione?

Come funziona il farmaco

Il nuovo collirio funziona in modo semplice: riduce il diametro della pupilla. Grazie a questo stratagemma si aumenta la profondità dell’occhio e si migliora la messa a fuoco. In questo modo si ottiene una visione nitida perché una pupilla meno estesa significa meno luce nell’occhio.

E’ per questo motivo che l’azienda sconsiglia l’uso del collirio per chi deve mettersi alla guida di notte oppure deve compiere delle attività con poca luce. La terapia è basata sulla tecnologia proprietaria phast che permette al collirio di adattarsi velocemente al PH fisiologico del film lacrimale. Il liquido rende nitida la visione da vicino e da media distanza e al tempo stesso garantisce una corretta e inalterata visione da lontano.

Occhiali Lenovo Smart – MeteoWeek.com

LEGGI ANCHE: Gli occhiali AR tornano alla carica: è sfida Apple-Facebook ma non solo

In conclusione il nuovo collirio è una grande novità che stupisce tutti. Secondo Jag Dosanjh di Allergan è un “trattamento unico nel suo genere” e potrebbe l’alba di una nuova era per l’oculistica. Ora non resta che rimanere in attesa dell’uscita negli USA e aspettare di capire quando arriverà in Europa.