Google, ecco l’IA che compie un check-up della pelle tramite la fotocamera

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:04

Durante il suo evento annuale Google I/O, l’azienda ha presentato un nuovo modello di IA, in grado di effettuare un check-up della pelle tramite l’ausilio della fotocamera dello smartphone

google ia pelle
Il funzionamento della nuova IA di Google che “studia” lo stato della pelle – MeteoWeek.com | fonte: Ansa

Tra le tante novità presentate durante il primo giorno dell’evento annuale Google I/O, il colosso di Mountain View ha dedicato grande spazio ad una componente tecnologica del futuro come l’intelligenza artificiale, mostrando alcune delle sue possibili applicazioni. Tra queste, una in particolare ha sorpreso molti dei partecipanti alla conferenza e ha come protagonista il campo medico. In questo settore, Google ha infatti già ottenuto importanti risultati riguardo lo screening del cancro al seno e il rilevamento della tubercolosi. Questa volta, l’azienda si è invece concentrata sull’assistenza dermatologica, presentando un nuovo modello di IA in grado di effettuare un check-up di pelle, capelli e unghie tramite la fotocamera dello smartphone.

La nuova funzione, non ancora valutata dalla Food and Drug Administration (FDA) americana, ha già ricevuto il marchio CE come dispositivo medico di Classe I, applicabile nell’Unione Europea.

LEGGI ANCHE: Creata una pelle sintetica sensibile come quella umana

Google e la nuova IA che “studia” lo stato della pelle

È chiaro che l’ultimo anno, condizionato dall’emergenza pandemica, ha alzato il livello di attenzione di tutti circa il proprio stato di salute. Per questo, Google vuole rimarcare e dimostrare che anche i nostri dispositivi intelligenti possono essere in grado di “fornirci assistenza” in questo ambito. “Ogni anno – dichiara Google – registriamo quasi dieci miliardi di ricerche relative a problemi di pelle, unghie e capelli. Anche se il primo passaggio di molti utenti è il motore di ricerca, può essere difficile descrivere ciò che si vede sulla pelle con le parole. Il nostro strumento è un’applicazione che si basa sul web e speriamo di lanciarlo come progetto pilota entro la fine dell’anno”.

google ia pelle
Tramite la fotocamera del proprio smartphone sarà possibile usufruire di questa nuova funzione – MeteoWeek.com

Ma come funziona? Una volta aperta la funzione, sarà sufficiente catturare con la fotocamera del proprio smartphone tre immagini della pelle, dei capelli o delle unghie scattate da diverse angolazioni. A questo punto verranno poste all’utente delle domande (su tipo di pelle, quantità di tempo intercorsa dalla prima manifestazione dei sintomi, e così via), al fine di “restringere il campo” dell’analisi. Infine, entrerà in gioco l’intelligenza artificiale, che elaborerà le informazioni raccolte per fornire un responso con un elenco di possibili corrispondenze. Ciascuna di queste sarà abbinata ad immagini simili presenti sul web e alle risposte dei dermatologi alle domande più frequenti.

Naturalmente, Google ci tiene a precisare che il nuovo modello di IA in grado di effettuare il check-up della pelle “non è destinato a fornire una diagnosi né a sostituire la consulenza medica”, ma vuole soltanto “aiutare ad accedere a informazioni autorevoli per prendere una decisione più informata sui passi successivi da compiere”. Può quindi rivelarsi utile come primo tentativo per comprendere il proprio stato di salute dermatologico.

LEGGI ANCHE: Una “penna tecnologica” che vi farà sparire le macchie della pelle da Opté Precision

L’IA sviluppata da Google è il risultato di ben tre anni di sviluppo sull’apprendimento automatico e tiene conto di diversi fattori come età, sesso, etnia e tipologia della pelle. È stata messa a punto tramite dati che comprendono 65.000 immagini e casi di malattie della pelle diagnosticate, milioni di immagini di problemi cutanei curati e migliaia di esempi di pelle sana.