UFO: la prova assoluta della loro esistenza è finalmente arrivata

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:04

Il video della nave Omaha rilasciato dagli USA è stato definito «autentico» dal Pentagono.

Gli UFO sono tra noi – MeteoWeek.com

Ancora un video “certificato”  di un “incontro ravvicinato” durante una esercitazione militare della Marina americana, al largo di San Diego.

La portavoce del Dipartimento della Difesa conferma la veridicità  del filmato pubblicato venerdì scorso su Twitter, dove si vede un oggetto sferico volare vicino al mezzo militare al largo di San Diego prima di tuffarsi letteralmente in mare.

Il video, fatto circolare da Jeremy Corbell, un ricercatore di fenomeni del genere e documentarista, mostra un oggetto sferico che segue da vicino una nave da guerra, la Uss Omaha.

L’oggetto in questione è uno dei video misteriosi che secondo alcuni riprendono degli Ufo (unidentified flying object) ora chiamati Uap (unidentified aerial phenomenon) ed è stato girato il 15 luglio del 2019 a bordo della USS Omaha.

Perchè se ne parla ora? Perchè è stato finalmente autenticato.

LEGGI ANCHE:“Gli alieni ci hanno fatto visita nel 2017” parole di uno studioso di Harvard

Cosa si vede nel video?

Si tratta del secondo video che riguarda i fatti apparentemente inspiegabili occorsi durante le esercitazioni del luglio 2019, e che sarebbero stati registrati, conferma il Pentagono, dai marinai a bordo, increduli di quello che stava accadendo.

Nel video, l’oggetto di forma sferica si muove a destra e sinistra in un modo per noi innaturale, considerando la mobilità aerea dei veicoli costruiti dall’uomo.

Ma quello che più stupisce è la capacità dell’oggetto a un certo punto di tuffarsi in mare senza apparente difficoltà o danno.

GUARDA IL VIDEO

Guarda, si avvicina”  dice una voce mentre il video viene registrato “ora si è inabissato!”.

Video che seguono quelli ugualmente impressionanti girati da piloti di caccia americani che il Pentagono è stato infine costretto a “certificare” come autentici aprendo un nuovo capitolo nello studio degli Uap (Fenomeni aerei non identificati), il nuovo e poco affascinante acronimo che dovrebbe sostiture (ma non accadrà) il caro e vecchio e infallibile Ufo.

Un fotogramma diretto dal video – MeteoWeek.com

Il Pentagono lo ha definito un «transmedium vehicle», ossia un veicolo in grado di muoversi in aria, in acqua e (verosimilmente, questo non lo sappiamo) nel vuoto.

Luis “Lue” Elizondo, un ex ufficiale dei serivizi del Pentagono, che utilizza le sue credenziali per studiare i documenti del Pentagono sugli oggetti volanti non identificati, ha detto al New York Post che gli Ufo sono in grado di viaggiare indistintamente nello spazio, nei cieli e anche di navigare sott’acqua.

Di avvistamenti negli ultimi decenni se ne sono avuti parecchi, e quasi tutti sono stati certificati.

La differenza in questo caso è in un’email inviata a The Debrief da parte di Susan Gough, portavoce del Dipartimento della Difesa al termine delle indagini condotte dalla divisione che si occupa dei fenomeni aerei non identificati.

“Posso confermare che il video è stato effettivamente girato dal personale della Marina e che sulle immagini sono in corso delle indagini”, ha spiegato Gough.

LEGGI ANCHE: Il progetto di mappatura degli oceani per prevenire gli tsunami e conoscere i cambiamenti

Molte persone non credono al video

La veridicità del video – MeteoWeek.com

“Ma vi sembra possibile che negli Usa si mandino al patibolo persone sulla base di due testimonianze, mentre non vengono creduti, in fatto di Uap (Fenomeni aerei non identificati), persino addestrati piloti?” parla Elizondo, commentando l’accaduto ” Studiare questa fenomeni, senza volere carpire tecnologie che ancora non conosciamo per usi bellici, ci permetterà probabilmente di cambiare l’attuale metrica della fisica in fatto di spazio e tempo. E guardate che basta guardare i risultati dell’Lhc al Cern di Ginevra, dove cercano di creare nuove fonti di energia ispirandosi a fenomeno come i buchi neri, per avere qualche elemento in più quando si vogliono capire ad esempio alcune delle impressionanti capacità degli oggetti volanti non identificati. Insomma, invece di studiare gli Ufo in segreto, uno stato in rivalità con l’altro, uniamo le forze e le conoscenze”.

Il video e le successive parole rilasciate dal Dipartimento americano hanno fatto risalire vertiginosamente l’attenzione sugli Ufo/Uap in tutto il mondo.

E in particolare negli Stati Uniti, dove entro giugno è attesa una informativa di massa da parte delle agenzie federali sul fenomeno, a seguito di un atto firmato dall’allora presidente Trump. La palla passa ora a Biden su uno di quei misteri che ovviamente più intrigano l’immaginario.

Le esercitazioni navali coinvolgevano tre navi da guerra provenienti dall’area di San Diego, che hanno registrato diverse incursioni di oggetti volanti hanno seguito a lungo le unità americane.

In uno di questi episodi, un Ufo (o qualunque cosa fosse) ha seguito un cacciatorpediniere per novanta minuti, come è stato scrupolosamente scritto nel diario di bordo. Gli episodi inspiegabili sono andati avanti per parecchi giorni.