Instagram lancia un filtro per proteggere i più giovani, come si attiva e di cosa si tratta?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:30

Un filtro contro messaggi offensivi e molestatori: ora si possono bloccare anche se aprono altri profili.

Instagram tutela i minori – MeteoWeek.com

Social network alle prese con impostazioni più stringenti per certificare l’età dei propri utenti nel tentativo di tutelare i minori, che su Instagram abbondano.

E se TikTok attualmente si limita a eseguire le disposizioni del Garante della Privacy chiedendo l’età ai propri iscritti (così da iniziare quantomeno a censire i profili “under 13”, che di fatto sulla piattaforma asiatica dilagano incontrollati, trovate tutto in questo articolo) e dando per buono quanto dichiarano, il gruppo di Mark Zuckerberg sembra aver preso la sfida del controllo anagrafico un po’ più seriamente, anche se gli effetti e l’efficacia della stretta in arrivo sono tutti da verificare.

LEGGI ANCHE: Instagram introduce nuova funzione: il salvataggio delle bozze, ecco come usarlo

Il metodo Instagram

Instagram investe sulla tecnologia di Intelligenza artificiale per mettere gli utenti, soprattutto quelli più giovani, al riparo dai messaggi offensivi che frequentemente arrivano con i DM, i messaggi diretti.

Annuncia una nuova funzionalità che una volta attivata filtrerà automaticamente le richieste contenenti parole, frasi ed emoji offensive.

Il nuovo strumento avrà un funzionamento simile al filtro dei commenti introdotto oltre quattro anni fa che permette di scegliere quali parole o frasi debbano essere nascoste automaticamente sotto ogni post.

Instagram specifica che il filtro dei commenti avverrà localmente sul dispositivo personale, cioè non verrà inviato nessun contenuto ai server del social network.

Il nuovo filtro potrà essere attivato o disattivato a discrezione dell’utente da un sezione delle Impostazioni denominata Parole nascoste.

Oltre al filtro ai DM

I follow di Instagram da fermare – MeteoWeek.com

Gli utenti potranno decidere di bloccare un account preventivamente, anche quelli nuovi che una persona o un molestatore già individuato potrebbe creare; inoltre Instagram bloccherà anche le parole offensive che sono scritte in modo sbagliato.

L’introduzione di queste nuove funzionalità arriva a qualche mese di distanza da un episodio che ha visto protagonista il calciatore inglese Marcus Rashford, finito nel mirino di alcuni messaggi razzisti, episodio che scatenò un vero e proprio polverone in Inghilterra, con Instagram che ammise che il problema dei messaggi diretti non era faccile da affrontare.

LEGGI ANCHE: Instagram e il bug ‘ereditato’ da Facebook che rivela i dati personali degli utenti

Instagram e il modo più discusso per mantenere la sicurezza sull’applicazione

Sempre più sicuro – MeteoWeek.com

L’aggiornamento Instagram più discusso è quello che include una funzione volta a limitare lo scambio di messaggi privati via chat tra adulti e minori di 18 anni non collegati da reciproco “follow”.

Si tratta, puntualizzeranno alcuni, di una barriera fin troppo facilmente aggirabile, visto che viene scardinata “followando” l’adulto in questione, ma almeno dovrebbe arginare gli adescamenti via social, in particolar modo quelli fatti da malintenzionati nei riguardi di minori a loro sconosciuti.

Tutto ciò tramite un algoritmo che, fanno sapere dal social network in questione, “si basa sia sulla tecnologia di apprendimento automatico capace di prevedere l’età degli utenti, sia sull’età che gli utenti ci forniscono quando si iscrivono ad Instagram. Muovendoci verso la crittografia end-to-end, stiamo investendo in funzioni che possano tutelare la privacy e tenere le persone al sicuro senza accedere al contenuto dei loro messaggi direct”.

Potete trovare altri metodi nei nostri articoli precedenti che ne illustrano il tema, come ad esempio  questo articolo.