Smantellata una banda organizzata nel furto di Lego: tre arresti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:15

In Francia è stata smantellata una banda organizzata nel furto di Lego: gli arrestati sono tre cittadini polacchi, che si muovevano a Parigi puntando di volta in volta su diversi negozi da rapinare. I famosi mattoncini possono arrivare a valori di rivendita molto elevati, soprattutto nell’ambito del collezionismo, e i tre criminali hanno sfruttato questo mercato “secondario”

lego
Una banda dedita al furto di Lego è stata sgominata in Francia. – MeteoWeek.com

I Lego sono ormai entrati di diritto nell’immaginario collettivo come uno dei giocattoli più famosi nella storia. I celebri mattoncini sono stati proposti dall’azienda danese sotto le più svariate forme, in grado di abbracciare molteplici tematiche che spaziano fino alle produzioni cinematografiche e videoludiche.

I Lego rappresentano in primis un prodotto destinato ai bambini, ma non si tratta di un qualcosa di categorico: sono infatti rivenduti a prezzi molto elevati soprattutto nell’ambito del collezionismo, dove anche gli adulti talvolta trovano motivo di passione e interesse.

Una banda organizzata di criminali è stata di recente sgominata in Francia, ed era specializzata proprio nel furto dei celebri mattoncini a scopo di rivendita sul mercato dei collezionisti.

Leggi anche: Mega arresto nel mondo dei videogiochi: la “banda” dai ricavi milionari

La banda criminale specializzata nel furto di Lego

Le autorità francesi hanno portato a termine una complessa indagine, in cui è stata identificata una banda internazionale organizzata di criminali dedita al furto di Lego. Si tratta di tre cittadini polacchi, o almeno questi tre sono i criminali identificati finora: la banda potrebbe essere composta da altri complici al momento non ancora intercettati.

La banda è stata al centro dell’ultima rapina nel novembre 2020, ma anche in precedenza: altri colpi erano stati effettuati nel giugno 2020 e nel febbraio 2019. Il modus operandi era sempre molto simile: venivano prenotate stanze d’albergo nella capitale Parigi, per poi muoversi di volta in volta in direzione di diversi negozi presi di mira al fine di compiere la rapina. Dopo aver commesso il reato, i tre facevano ritorno velocemente in Polonia per rivendere i prodotti rubati a prezzi maggiorati.

lego
I Lego rappresentano un mercato secondario molto attivo, soprattutto tra i collezionisti. – MeteoWeek.com

Un mercato secondario importante

Come già accennato prima i Lego rappresentano l’esempio perfetto di mercato secondario riferito soprattutto a collezionisti adulti. Molti di questi sono disposti a spendere cifre parecchio elevate per portare a casa set di Lego da collezione, magari venduti svariati anni fa e poi messi fuori produzione. Giusto per fare un esempio, sono stati rivenduti alcuni set a 15 volte il prezzo originario: set non più sul mercato e irreperibili, se non a fronte di un esborso più alto sul mercato dell’usato da collezionisti.

Leggi anche: Furti d’auto hi-tech: in 30 secondi duplicato il segnale di una Smart Key

La pandemia da COVID-19 sembra aver dato una ulteriore accelerata a questo interessante mercato, dato che le persone sono rimaste sempre di più a casa e hanno convogliato i propri interessi anche verso i mattoncini colorati. I dati sulle vendite di Lego nel periodo pandemico hanno infatti segnato un trend in crescita, che è stato incalzato dalla banda di criminali per trarre maggiori profitti.