La fibra arriva in altri 300 comuni italiani: ecco le novità della rete ultraveloce

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:30

L’evoluzione e diffusione di tecnologie sempre più veloci e performanti non si ferma mai. Può sembrare che si vada a rilento, in alcuni casi, ma solamente perché il territorio italiano è talmente vasto e i vari comuni sono così tanti che, per poter assicurare ad ognuno di loro il miglior servizio, ci va un po’ di tempo.

Servizio FTTH 20220624 tech
Servizio FTTH – MeteoWeek.com

Uno dei servizi che gli italiani attendono da tempo e che sperano di avere al più presto nelle loro case, soprattutto nell’era della connettività e dei social media, è la connessione in fibra ottica. Non è un segreto che nonostante i progressi, questo tipo di servizio sia arrivato un po’ a rilento nelle case degli italiani (basti pensare a quante grandi città non riescono ad assicurare una fibra pura ma in misto rame a tanti utenti), ma ecco che finalmente altri 30 Comuni italiani vengono raggiunti dal servizio.

Si tratta del servizio FTTH (Fiber To The Home), il servizio di connettività in fibra ottica che recentemente anche TIM ha assicurato ai suoi clienti grazie all’accordo con OpenFiber per un servizio di connessione a rete unica. La tecnologia FTTH fornisce un accesso ad alta velocità a Internet direttamente a casa tua: fibra per la casa o anche fibra fino a casa. Si tratta di una rete di cavi in fibra ottica che arriva fino a casa dell’utente, con vantaggi evidenti sulla qualità e sulla velocità della trasmissione dei dati.

Servizio FTTH, ecco gli ultimi comuni raggiunti

FTTH 20220624 tech
FTTH – MeteoWeek.com

Aradeo, Azzio, Bassignana, Besenzone, Bubbio, Carosino, Carpinone, Corno Giovine, Correzzana, Fontanigorda, Gallo Matese, Irma, Longone al Segrino, Maccastorna, Morgano, Pastena, Pontelandolfo, Quarto d’Altino, Rocca di Mezzo, San Cassiano, San Pietro in Lama, Sanluri, Santo Stefano Lodigiano, Sarezzo, Sava, Solonghello, Squinzano, Stella Cilento.

Ecco le ultime località, in ordine di tempo, a essere raggiunte dal servizio di Fiber To The Home: gli utenti saranno ovviamente molto felici da questo tipo di copertura aggiuntiva, dal momento che come detto avere la fibra pura fino in casa è sicuramente garanzia di maggiore velocità di connessione e quindi meno spreco di dati.

In alcune zone d’Italia infatti la fibra ottica non arriva fin dentro casa, anche quando si tratta di città grandi come Roma: in questo caso si parla di FTTC, Fiber to the Cabinet (che sarebbe la centrale di comunicazione della zona), e la fibra in questo tipo di servizio è limitata alla tratta dalla centrale al cabinato.
Sicuramente una soluzione che, anche se non comporta grossissimi disagi, non consente una velocità di connessione pari a quella che viene assicurata dal servizio FTTH, ed è per questo motivo che la notizia è sicuramente stata accolta positivamente.