Samsung riesce a produrre nuovi display OLED flessibili: sono i più sottili ed economici mai realizzati

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:00

Oltre la crisi dei semi conduttori. Certo la pesante eredità lasciata da una pandemia da Coronavirus tutt’altro che definitivamente debellata ha messo in ginocchio anche i giganti della tecnologia. Ma Samsung ne sta venendo fuori.

Samsung 20220623 tech
Samsung – MeteoWeek.com

Il colosso sudcoreano garantisce la riuscita di un ambizioso sviluppo, riuscendo a produrre nuovi display OLED flessibili. Il grande vantaggio? Sono i più sottili ed economici, mai realizzati almeno finora.

Secondo l’autorevole portale coreano The Elec, Samsung Display starebbe a buon punto nella pianificazione di applicare nuovi materiali nella sua produzione di pannelli OLED pieghevoli, con l’obiettivo dichiarato di ridurre i costi.
Samsung Display, le macchine a getto d’inchiostro saranno fornite da STI.

L’ordine è già partito

Samsung 20220623 tech 2
Samsung – MeteoWeek.com

Ha in programma di utilizzare la resina otticamente trasparente (OCR), che è un liquido, su adesivo otticamente trasparente (OCA), che è una pellicola, per fissare la finestra di copertura sul pannello OLED, hanno affermato le fonti. In precedenza, Samsung Display utilizzava l’OCA per i suoi pannelli OLED pieghevoli.

Ma quell’adesivo otticamente trasparente richiede più tempo di sviluppo rispetto alla resina otticamente trasparente, per questo era necessario posizionare la pellicola trasparente. Invece, ora utilizzerà macchine a getto d’inchiostro per disperdere l’OCR liquido sui pannelli, riducendo i tempi di fermo della produzione ed è meno costoso da acquistare.

Le macchine a getto d’inchiostro saranno fornite da STI e Samsung Display ha già effettuato l’ordine: la cartina di tornasole sullo sviluppo, a buon punto, del piano sudcoreano. STI, d’altronde, aveva già fornito macchine a getto d’inchiostro che vengono utilizzate nello stabilimento per la produzione di pannelli di visualizzazione a Cheonan, in Corea del Sud.

L’ultimo lotto delle macchine, sempre secondo l’autorevole The Elec, verrà inserito nella linea di moduli di Samsung Display, ma nel suo stabilimento in Vietnam. Le macchine verranno prima sottoposte a una prova per capire a che punto si è con la tabella di maria. La macchina può disperdere l’OCR in gocce e può stampare il motivo sul pannello evitando telecamere, altoparlanti o fori. L’uso del liquido sulle pellicole OCA consentirà a Samsung Display di rendere i pannelli più sottili con meno cornice.

Per quanto Samsung Display stia rispettando i termini, la produzione dei nuovi e innovatici display OLED flessibili non potrà mai fare in tempo a essere inserita nei prossimi pieghevoli del colosso sudcoreano, previsti peraltro per agosto. Ma attenzione, perché di questo passo, non sarebbe una sorpresa ritrovarli sui dispositivi made in Samsung, a partire dal 2023.

FONTE