Rimedi per un vecchio PC? Ecco come recuperarlo!

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:00

Capita spesso alle persone di dover optare l’acquisto di un pc nuovo perché a causa di cause apparentemente ignote e sconosciute, questi smettono di funzionare correttamente o fluentemente.

Come fare? Leggi qui sotto la nostra guida – MeteoWeek.com

 

Vediamo insieme i motivi più comuni per cui un computer non è più in grado di fornire le stesse prestazioni di tempo dopo qualche anno di utilizzo e scopriamo in quali di questi casi si possa risolvere il problema spendendo poco e niente:

 

Problemi risolvibili da software:

Non permettere a troppi programmi inutili di aprirsi all’avvio! Una delle operazioni più banali ma che influenzano maggiormente la velocità con cui si avvia il vostro sistema operativo. Basterà andare nelle impostazioni del programma in questione e deselezionare dalla box che recita l’apertura del programma all’avvio di Windows

Frammentazione del disco fisso: è un operazione semplice ma che non viene presa spesso in considerazione. Equivale a una “riorganizzazione” dei dati dell’disco fisso (ovvero dove vengono salvati tutti i dati del PC) i quali spesso vengono allocati automaticamente dal computer in posizioni casuali “comode” nel momento in cui stanno per essere scritte e salvate. 

Istruzioni passo passo per quanto riguarda Windows 10:

  1. Selezionare la barra di ricerca sulla barra delle applicazioni e immettere Defrag.
  2. Selezionare Deframmenta e ottimizza unità.
  3. Seleziona l’unità disco che vuoi ottimizzare.
  4. Selezionare il pulsante ottimizza.

 

Aggiornamento dei driver: altro particolare che spesso e volentieri non viene considerato dall’utente medio. Questo è anche dovuto al fatto che la maggior parte di questi processi di aggiornamento avvengono ormai nella quasi più totale automaticità nella stragrande maggioranza dei PC di ultima produzione. C’è però la possibilità che per le impostazioni di fabbrica di un determinato modello o “l’età” del computer ciò non avvenga.

Windows 10 Driver Repair Tool è il software che fa per voi analizzando le eventuali lacune del sistema e la mancanza dei suoi driver. Una volta scaricato e installato analizzerà il sistema e vi consiglierà guidandovi passo passo per risolvere gli eventuali problemi trovati. Esistono delle alternative che vi svelerò di seguito.

Software di ottimizzazione: sempre parlando di ottimizzazione del sistema esistono una grande quantità di software con le più disparate funzionalità. Vi posso consigliare IoBit, azienda sviluppatrice di un’infinità di tool molto utili a prezzi irrisori

Partizione del disco fisso: cos’è una partizione? Non è altro che una suddivisione virtuale dell’HDD in 2 o più compartimenti che non comunicano tra loro, in cui magari, installare da una parte il sistema operativo e dall’altra i dati personali. Così si possono evitare per esempio alcuni problemi conseguenti alle infezioni da Malware durante l’installazione di un programma che vi insospettisce. In caso di attacco da parte del virus il vostro sistema operativo resterà comunque compromesso ma vi basterà reinstallare una copia di Windows e in massimo mezz’ora sarà come se non fosse mai successo nulla. Il vantaggio più grande è che non avrete bisogno di ripristinare i vostri dati personali da backup!

Cambiare sistema operativo: considerata l’ultima spiaggia prima di doversi affidare a un cambio di componenti davvero troppo obsolete e che non vi permettono di lavorare/giocare in santa pace.

Il sistema operativo ultra-leggero che è in grado di resuscitare il pc – MeteoWeek.com

Purtroppo questa opzione non è sempre semplice da scegliere perchè ci sono sistemi operativi che non sono ottimi come ottimizzazione per alcune tipologie di utente: parlo di Ubuntu, versione User-Friendly di Linux è capace di risvegliare così computer dati ormai per obsoleti. CI sono una moltitudine di guide dettagliate per varie tipologie di dispositivi disponibili alla lettura (anche sul sito originale degli sviluppatori).

Arrivati a questa soluzione non ci sono più azioni intraprendibili se non la sostituzione di alcune componenti. Una piccola rassegna dalla soluzione meno costosa:

Conversione HDD a SSD: se il vostro computer possiede un sistema HDD è l’ora di comprare una SSD. Si tratta di una tecnologia relativamente nuova che sta pian piano completamente spazzando via gli hard disc: si tratta della next gen dei dispositivi di archiviazione che vantano tempi di trasferimento dati decuplicati rispetto agli antenati vicini.


Leggi Anche: 

 


RAM e CPU: il mio consiglio è che se non avete idea di quello che state leggendo da qui in poi è meglio chiedere aiuto a qualcuno che ne sappia più di voi: arrivati a questo punto dovete realmente rendervi conto se riesumare il PC da voi tanto amato è ancora vantaggioso oppure no (soprattutto se stiamo parlando di un computer portatile). In alternativa potete controllare il modello dei vostri banchi RAM e sostituirli con dei modelli più performanti che siano compatibili con il socket della vostra scheda madre. Non dovete spendere per forza una barca di soldi per avere delle buone RAM! 

Per quanto riguarda la CPU la risposta è semplice: un upgrade di un paio di generazioni nei casi più disperati è la soluzione che sicuramente riuscirà a farvi navigare ed editare file di testo senza che vi si blocchi il computer a ogni frase che scrivete! 

Spero di esservi stato utile e alla prossima!