QD-OLED display di Samsung: cosa sono e quando saranno disponibili i nuovi schermi della casa sud coreana?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 4:30

La nuova tecnologia QD-OLED promette di rivoluzionare l’immagine nei nostri televisori, portandoli ad una qualità decisamente superiore.

samsung
Samsung è uno dei principali competitor nel mercato delle TV di fascia alta. – MeteoWeek.com

Col passare del tempo la tecnologia adottata per le TV di nuova generazione sta ricevendo sempre più attenzione e miglioramenti costanti, con il fine di rendere l’immagine trasmessa sempre più cristallina e fotorealistica. I display delle televisioni di ultima generazione attuali sono già in grado di lasciare a bocca aperta, anche se il prezzo spesso si attesta su cifre elevate.

Samsung è una delle principali aziende impegnate nella produzione di TV, nonché una delle compagnie più attive nella ricerca e sviluppo di nuove tecnologie di display che possano rendere l’esperienza di visione da casa sempre migliore.

Negli ultimi tempi si è fatto un gran vociferare in merito ai display QD-OLED, tecnologia su cui Samsung sta puntando davvero forte. Ma in cosa consiste? E quali sono le tempistiche di disponibilità di questi televisori?

La tecnologia QD-OLED di Samsung

La tecnologia QD-OLED è l’abbreviazione di Quantum Dots OLED e consiste in un pannello a tutti gli effetti ibrido. A primo impatto il nome potrebbe ricordare quello dei QLED, gli attuali pannelli in uso nelle TV di fascia alta, o ancora gli OLED, che fanno ancora parte di questa fascia di prezzo di televisori.

In realtà tale tecnologia rappresenta un qualcosa di totalmente diverso e innovativo. Se dovessimo cercare un punto d’incontro da il QD-OLED e le tecnologie appena citate, dovremmo dire che il QLED sfrutta la stessa tecnica degli White OLED: viene infatti impiegato un pannello OLED di base, ma di colore blu. In aggiunta a questo, nel pannello si impiega uno strato di filtri Quantum Dots al fine di creare gli altri due colori, il rosso e il verde.

samsung tv qd oled
Il QD-OLED promette un passo in avanti non indifferente nella qualità visiva. – MeteoWeek.com

Da questa combinazione ne deriva ovviamente una qualità maggiore dell’immagine trasmessa, grazie allo strato di Quantum Dots che assorbono e riemettono luce blu. Troviamo, quindi, la qualità già vista ampiamente nei pannelli OLED, migliorata però della tecnologia QD.

Un altro punto a favore dell’impiego di questa metodologia costruttiva è che la struttura è più semplice da creare. Nonostante questo, vi sono vari problemi che l’azienda dovrà superare in fase di produzione, ad esempio l’applicazione degli strati Quantum Dots, per i quali Samsung ha comunque già acquisito macchinari specifici in grado di completare il procedimento.

LEGGI ANCHE: “Intelligenze Artificiali (AI) che generano volti umani realistici: il business dietro a questa nuova tecnologia”

LEGGI ANCHE: “Uno speaker che somiglia a una lanterna? High tech e tanta scenea”

Quando saranno disponibili i nuovi pannelli QD-OLED?

Stando alle ultime indiscrezioni, i nuovi pannelli QD-OLED dovrebbero essere già entrati in fase di pre-produzione, il che significa che la produzione vera e propria partirà a breve. Ciò non significa che saranno prodotti subito i pannelli definitivi: Samsung infatti entrerà in una fase di test nelle prossime settimane, una fase che si terrà nello stabilimento di Asan.

Prima dell’effettivo lancio sul mercato, dunque, dovranno essere superati i test in questione per poter accertare la qualità dei pannelli prodotti. In merito, Samsung ha già deciso per il 2021 di puntare su un’altra tipologia di pannelli da inserire in commercio: l’LCD con Quantum Dots e retroilluminazione a Mini LED. Per il QD-OLED, dunque, potrebbe non bastare la prima metà del 2021 come finestra temporale soddisfacente.